Quel gran genio di Archimede

0
85

Il 15 giugno scorso Siracusa ha accolto dieci delegazioni di istituti superiori provenienti da tutta Italia, vincitrici del Premio Archimede, organizzato dall’Umi (Unione Matematica Italiana – Piano nazionale lauree scientifiche) per festeggiare i 2.300 anni dalla nascita del grande genio siracusano. Tra i vincitori era presente anche l’Istituto Professionale Vallauri di Carpi, che si è classificato quinto su 200 scuole partecipanti con la realizzazione del progetto della mostra
S – Veli – Amo Archimede. La delegazione del Vallauri era composta dalle professoresse Roberta Righi, Emanuela Croci e Lara Pozzetti che hanno accompagnato l’alunna Alice Parise, relatrice alla cerimonia di premiazione. La premiazione si è svolta nel Salone Paolo Borsellino a Palazzo Vermexio, sede del Municipio di Siracusa. Alice ha illustrato davanti all’uditorio il progetto della mostra, ideata con la collaborazione di tutti gli indirizzi della scuola, ispirata alla vita, al pensiero e al genio, sempre attuale, di Archimede. Una mostra di abiti, accessori, giochi enigmistici, francobolli e altri oggetti. “L’approccio – ha decretato la commissione nel proprio giudizio – è molto originale ed evidenzia una felice integrazione di diverse competenze. I temi scientifici vengono sviluppati con chiarezza. La parte dedicata al design si armonizza in modo suggestivo con la presentazione della vita e delle opere di Archimede. Si avverte la partecipazione divertita degli studenti”.  L’alunna al termine della presentazione ha ricevuto il premio di 1.200 euro dalle mani del presidente dell’Umi, Ciro Ciliberto. Tutti gli alunni e gli studenti che hanno collaborato alla realizzazione del progetto hanno poi espresso viva soddisfazione per il risultato raggiunto, in particolare la professoressa Righi, ideatrice del progetto. “Nel nostro istituto oltre alla tradizionale lezione frontale, viene dato ampio spazio alla realizzazione di progetti pluridisciplinari che permettono di far comprendere ai nostri studenti come la matematica e la scienza siano a fondamento dei saperi di molte altre discipline, soprattutto quelle tecnico-pratiche e risultino quindi fondamentali per l’acquisizione di una solida professionalità. I nostri ragazzi hanno collaborato con passione alla realizzazione di questo progetto, hanno studiato la vita di Archimede e sono rimasti affascinati dal suo pensiero, rielaborandolo con grande creatività. Il premio vinto è la dimostrazione di come un serio impegno, una costante collaborazione tra alunni e docenti e la passione nel realizzare le idee, diano i loro frutti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here