Torna a Soliera la Fiera di San Giovanni

0
71

Bertoli e Giacobazzi in piazza Lusvardi. Pompieropoli per i bambini.
Mostre, incontri e buona gastronomia con il tortellone balsamico.
Dal 22 al 24 giugno Soliera si veste d’estate per la 160a edizione della Fiera, un programma ricco di iniziative per tutti i gusti e tutte le età, costruita intorno alla ricorrenza del patrono San Giovanni Battista. Per i solieresi si tratta di un appuntamento consolidato, addirittura secolare: un gradito ritorno, dopo che lo scorso anno il terremoto aveva forzatamente ridotto la festa ad un ridotto weekend di solidarietà, peraltro segnato da una forte partecipazione emotiva. Sotto il tendone allestito in piazza Lusvardi si riunirono in tanti, sfollati e non, per ritrovarsi insieme davanti ad un piatto di tortellone balsamico, la specialità solierese proposta ogni anno dai cuochi della Compagnia Balsamica.
Ad un anno di distanza, le ferite prodotte dalle scosse sismiche, insieme alla perdurante crisi economica del Paese, hanno imposto a Comune e Fondazione Campori di ridurre le spese, eppure a guardare il programma sembra che il contenimento dei costi non abbia inciso sulla quantità e sull’originalità delle iniziative, tutto ad ingresso gratuito. Vanno segnalati anzitutto gli appuntamenti serali in piazza Lusvardi con il concerto di Alberto Bertoli (22 giugno, ore 21.30), il figlio del grande cantautore sassolese Pierangelo, alle prese con il repertorio del padre. E ancora il 23 giugno, alle 21.30, “Marianna. Eleganza in passerella”, la sfilata di moda con la conduzione di Andrea Barbi per chiudere lunedì 24 giugno alle 21.30, con un prevedibile bagno di folla per il recital in piazza di un numero uno della comicità italiano, Giuseppe Giacobazzi.
Non mancano le proposte culturali, le mostre, le attività proposte dalle associazioni di volontariato solieresi, che sono da sempre la vera anima della Fiera. E va altresì segnalata la Festa dello sport di venerdì 21 giugno, alle 20.30, in piazza Lusvardi: un’anteprima della Fiera che vedrà la partecipazione e la premiazione di tanti ragazzi che impiegano il loro tempo libero in modo sano e divertente.
Due note ancora le meritano “Pompieropoli: bambini/e pompieri per un giorno” domenica 23 giugno, al mattino, in piazza Lusvardi, il convegno del Centro Studi Storici Solieresi che sabato 22 giugno (16.30, Castello Campori) celebra i suoi primi 20 anni di attività, le corali in piazzetta Don Ugo Sitti e il raduno delle bande, gli arcieri medievali (23 giugno, ore 19) nel fossato del Castello e il seminaruio di progettazione architettonica che coinvolge il Politecnico di Milano. Infine, last but not least, il “tortellone balsamico” di Soliera, che si potrà gustare nel suggestivo cortile del Castello, prenotandosi al 370.3220930.

Incontri con l’autore 
Biacchessi rievoca il caso Enzo Tortora, Segrè spiega come vivere a spreco zero, le figlie di Enzo Biagi ricordano il grande giornalista
Non solo mercati e mercatini, giochi, animazioni, non solo la prelibata gastronomia con il Tortellone Balsamico a farla da padrone. La Fiera di Soliera presenta in programma anche tre interessanti incontri con l’autore, promossi dal Forum del Volontariato solierese.
Si comincerà domenica 23 giugno, alle ore 11, in via Marconi, presso il Parco del Monumento di fronte al Cinema Teatro Italia. L’ospite sarà il giornalista Daniele Biacchessi (Radio 24) che ha di recente pubblicato un libro sulla vicenda di Enzo Tortora, clamorosamente incarcerato 30 anni fa (era il 1983, gli anni di Portobello in tv) per un errore giudiziario, nell’ambito di un’inchiesta sulla camorra. Biacchessi ha ricostruito i passaggi della vita del noto presentatore tv e ce li racconterà con dovizia di particolari, incalzato dalle domande di Roberta Vandini.
Sempre domenica 23, alle 21, in piazzetta Torre Campanaria, sarà ospite il professor Andrea Segrè, uno dei teorici del vivere a spreco zero, per quella che può diventare una rivoluzione dei consumi alla portata di tutti, in tempi di crisi economica. Segrè parlerà di Last minute market, intervistato da Mariapia Cavani, proprio mentre a Soliera sta per essere lanciato il Social Market “Il pane e le rose”, incentrato sui concetti di antispreco e di redistribuzione solidale.
Infine lunedì 24 giugno, sempre alle 21, in piazzetta Torre Campanaria, Bice e Carla Biagi offriranno un ritratto privato del padre, ovvero il grande giornalista Enzo Biagi. Biagi era nato a Pianaccio, un paese dell’appennino bolognese, per diventare una grande firma di tv e carta stampata.

Info utili
I parcheggi per accedere al centro di Soliera sono diversi. Ne forniamo l’elenco: 1) via Caduti di Nassiriya (presso le nuove scuole Sassi e Garibaldi); 2) via Loschi (presso Centro Sportivo); 3) via XXV Aprile (presso Conad); 4) via Grandi (presso l’ufficio postale); 5) via Pascoli (presso Coop Estense, anche sotterraneo); 6) via Gambisa (presso la nuova scuola materna Bixio); 7) via Primo Maggio (presso Famila, Poldo Cafè).
Nella serata di lunedì 24 giugno è prevista una navetta gratuita (in occasione dello spettacolo di Giuseppe Giacobazzi) dalle ore 19 alle ore 01 (del 25 giugno) ogni dieci minuti. Le fermate sono: Appalto (piazzale Tabaccheria Arletti), Soliera (piazzale via Primo Maggio, parcheggio Famila e via Grandi, davanti alle Poste) e Limidi (parcheggio via Papotti – Centro Polivalente Pederzoli).
Fino al 24 giugno, in via Mazzini, c’è anche il Luna Park, mentre i mercati settimanali di sabato 22 e martedì 25 giugno si spostano temporaneamente in via Arginetto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here