Al via il piano Carpi Sicura

0
60

Nel corso della settimana è partita la prima fase del piano Carpi Sicura, inserito in un ampio progetto, fortemente voluto dal Questore di Modena Oreste Capocasa, che prevede l’impiego di più pattuglie nel territorio di Carpi, comprensivo anche delle frazioni dell’area nord, Fossoli, Budrione, Migliarina, San Martino e Cortile. La finalità è quella di contribuire a elevare il livello di efficacia della azione di contrasto ai fenomeni criminali sul versante preventivo, attraverso un‘attività di presidio territoriale selettiva e rafforzata mediante apporti di Reparti specializzati, quali il Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Orientale proveniente da Bologna e inviati dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. Alle operazioni hanno partecipato 20 operatori della Polizia di Stato impegnati in controlli e posti di blocco sulle principali arterie stradali di accesso e uscita dalla città che hanno permesso di controllare oltre 200 persone e 100 automezzi e procedere penalmente nei confronti di: mercoledì scorso, alle 2,00 di notte in una zona periferica della città, è stato fermato un rumeno di 42 anni, domiciliato a Carpi, trovato in possesso di un coltello con lama di cm.15 ed in evidente stato di ubriachezza; un giovane italiano di 20 anni, residente a Rubiera è stato trovato in possesso di 7 grammi di hashish; un giovane, anche questo ventenne, tunisino residente a Carpi, è stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale e segnalato alla Prefettura di Modena. Nei confronti di quest’ultimo, fermato in via Remesina nelle vicinanze di alcune auto in sosta, sono in corso accertamenti, in quanto trovato in possesso anche di oggetti, tra i quali un tamburo da musicista, un modem, e altri componenti da computer, probabile provento di furti su auto o in garage. Si invitano i cittadini che hanno subito furti sulle autovetture o nei garage a contattare il Commissariato per verificare il ritrovamento della refurtiva. L’operazione ha visto anche il supporto di personale della Polizia Amministrativa coi quali si è proceduto ad accurati controlli e verifiche all’interno di alcuni bar , due sale giochi, la sala bingo e agenzie di scommesse. Tutti sono risultati in regola con le normative vigenti. Positivi i ritorni da parte dei cittadini durante i controlli e degli stessi gestori delle attività commerciali che hanno espresso apprezzamento e collaborazione. Un carpigiano “doc” di 90 anni, che aveva assistito a un controllo al parco, si è reso disponibile ad aiutare i poliziotti per: “far tornare Carpi come era quando era giovane lui, a esclusione dei cavalli perché lui ha ancora la patente per andare in Polisportiva” .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here