Ripartire da zero

0
63

Ripartire da nulla è stata la sfida più grande per tutti gli abitanti e imprenditori delle zone ferite dal sisma. Molti per necessità hanno dovuto abbandonare gli edifici, spesso contrassegnati dalla tipica ics lasciata dal terremoto sui muri più danneggiati, come a segnalare il passaggio di quell’incubo che, ancora oggi, a distanza di un anno, è impresso negli occhi di tutti coloro che l’hanno vissuto. Ma l’Emilia è terra di persone testarde, coraggiose che, in ogni campo, dai marchi di abbigliamento che influenzano lo stile e la mode nel mondo, alle grandi case automobilistiche, hanno saputo raggiungere il top. Questo tratto caratteristico della nostra gente, si è potuto apprezzare ancora una volta nell’impegno che ha dato vita al progetto Heart Quake for Emilia, sostenuto da  otto importanti aziende concorrenti e operanti nel settore degli accessori per l’abbigliamento che hanno deciso di unirsi nel gruppo FAA, The Fashion Accessory Association, al fine di raccogliere fondi per la ricostruzione. In questo modo sono stati prodotti una linea di accessori, che non solo sono andati a ruba, ma hanno ottenuto il loro scopo, raggiungendo una cospicua cifra di denaro. Sabato 11 maggio è stata organizzata una grande festa alla nuova palestra di Rovereto sul Secchia, al termine della quale è stato consegnato un assegno destinato alle attrezzature. “Questo è il risultato dell’impegno di tante persone – ha spiegato il presidente di Reca Group, azienda del gruppo Faa, Paolo Diacci –  che non hanno voluto aspettare, ma hanno cercato di rialzarsi con le proprie forze”. Infatti parte del denaro è stato devoluto proprio per la realizzazione di questo centro sportivo “Grazie all’impegno di tutti – continua Diacci- siamo riusciti a dare questa palestra a Rovereto: verrà sfruttata dalle scuole e come luogo per gli incontri pubblici”.
Francesco Palumbo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here