La Giornata della Tiroide

0
102

Si svolgerà martedì 21 maggio, dalle 9 alle 16, presso il centro commerciale Borgogioioso di Carpi la seconda edizione della Giornata della Tiroide dell’Area Nord. Dopo il successo delle iniziative organizzate nel 2012, durante le quali sono state effettuate oltre 100 visite gratuite, anche nel 2013 gli endocrinologi dell’Area Nord, che prestano servizio presso gli Ospedali di Carpi e Mirandola, hanno voluto unirsi con l’obiettivo di informare la popolazione sui metodi migliori per prevenire e curare le principali patologie tiroidee. Un’intera giornata durante la quale sarà distribuita una brochure informativa sulla tiroide e le sue malattie più comuni. Per chi lo vorrà, inoltre, il 21 maggio, sarà l’occasione per effettuare, gratuitamente, una completa visita endocrinologica e, a discrezione del medico e del quadro clinico del paziente, potrà essere eseguita anche un’ecografia della tiroide, grazie alle presenza, presso il centro commerciale, di un ecografo portatile di proprietà dell’Ospedale Ramazzini, donato alcuni mesi fa dall’Associazione Pazienti Tiroidei. La Giornata della Tiroide in Area Nord si inserisce nell’ambito delle iniziative legate alla Settimana della Tiroide, organizzata a livello nazionale dalle più importanti associazioni scientifiche italiane di endocrinologia (Associazione Italiana Tiroide, Società Italiana Endocrinologia e Associazione Medici Endocrinologi), che inizierà il 18 maggio.  “Gli eventi tragici del terremoto – spiega Giampaolo Papi, endocrinologo carpigiano e coordinatore dell’iniziativa – hanno insegnato che lavorare insieme si può, con vantaggi evidenti sia per i professionisti che per i pazienti. L’unione fa la forza e, grazie all’impegno dell’Associazione Pazienti Tiroidei di Carpi, che allestirà un gazebo all’interno di Borgogioioso, si potrà dar vita anche quest’anno alla Giornata della Tiroide”.  Gli Endocrinologi dell’Azienda Usl di Modena che aderiscono alla giornata sono Monica Gola dell’Ospedale di Mirandola, Giampaolo Papi e Monica Vecchi di Carpi.
 
Come prevenire le più frequenti patologie tiroidee
La tiroide è una “macchina perfetta” che usa lo iodio come carburante. Se non viene assunto abbastanza iodio con la dieta (negli adulti, almeno 150 mcg al giorno), la tiroide va incontro ad aumento di volume, con il risultato finale della formazione del cosiddetto gozzo e spesso dei noduli tiroidei. Il modo migliore per prevenire tali problemi è assumere cibi contenenti Iodio e, in particolare, fare uso di sale iodato (arricchito di questa sostanza). Tra gli alimenti che più contengono iodio vanno segnalati il pesce di mare e i molluschi ma anche il latte di mucca è ricco di questa sostanza che aiuta a far funzionare bene la ghiandola tiroidea. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here