Lavori di messa in sicurezza delle chiese di Novi e Rovereto

0
110

Il Comune di Novi di Modena, in accordo con la Diocesi di Carpi proprietaria degli edifici religiosi di Novi e Rovereto, ha inserito nell’elenco delle opere provvisionali richieste al Commissario Delegato la messa in sicurezza delle due chiese per un importo complessivo di 472.411 Euro per Novi e per 417.668 Euro per Rovereto.
Come già annunciato in precedenza, il 27 gennaio è arrivata a Rovereto la squadra dei Vigili del Fuoco che provvederà alla rimozione definitiva del pericolo di crollo della Chiesa di Santa Caterina. Il progetto per le opere provvisionali definitive e complete è in attesa di essere validato dalla Soprintendenza per la parte tecnica e dalla Struttura Commissariale per l’approvazione delle spese. Le opere provvisionali complete e definitive, avranno così inizio al momento dell’approvazione del progetto e della spesa.
“Questo primo intervento” – spiega il Sindaco Luisa Turci – “è il risultato delle estenuanti insistenze dell’Amministrazione fin da mesi successivi al sisma. Per questa prima parte, abbiamo chiesto e ottenuto l’intervento dei Vigili del Fuoco che provvederanno ad un contenimento della facciata, le cui spese per l ‘acquisto dei materiali saranno sostenute dalla Diocesi. I lavori avranno un durata di alcune settimane, ma anche una volta terminati l’accesso continuerà ad essere interdetto al pubblico. Ricordo, come ho già detto ripetutamente da maggio ad oggi che le chiese sono di proprietà della Diocesi, ovvero proprietà privata e non pubblica, e che sono tutelate dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Monumentali. Per questo motivo qualsiasi decisione viene presa riguardo a questi Beni deve essere sempre autorizzata dalla proprietà e dalla stessa Soprintendenza. Sia la Soprintendenza che la Diocesi di Carpi non hanno espresso alcuna volontà di abbattimento”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here