Aimag vice l’Oscar di bilancio

0
117

Ieri sera si è svolta, nella sede di Borsa Italiana, la Cerimonia della consegna degli Oscar di Bilancio, il Premio promosso e gestito da FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana che premia le organizzazioni che nel corso del 2012 hanno attuato la migliore rendicontazione economica, sociale e ambientale e una conseguente comunicazione efficace ed innovativa verso tutti i pubblici di riferimento.
Aimag ha ottenuto il più alto riconoscimento, nella categoria delle piccole medie imprese non quotate, con la motivazione “che ha presentato una rendicontazione chiara e completa degli obiettivi raggiunti e di quelli previsti nel prossimo triennio”.
Aimag, redige, ormai da molti anni, oltre al bilancio economico, anche il bilancio di sostenibilità. Si tratta di un documento che l’azienda ha scelto di realizzare in quanto costituisce un importante strumento per relazionarsi con i propri stakeholder dando conto dei progetti svolti, dei risultati ottenuti e degli impegni che si assume per il futuro. Viene approvato insieme al bilancio d’esercizio, per evidenziare come le prestazioni economiche, sociali ed ambientali siano – per Aimag – strettamente correlate. 
Il documento è costruito in conformità a due importanti standard internazionali (GRI e GBS) e ha un perimetro di rendicontazione che comprende le principali società del Gruppo Aimag. La parte centrale del documento è dedicata ai dati e alle informazioni ed è suddivisa in tre parti: sostenibilità economica, che illustra i principali indicatori economici dell’esercizio 2011 e la distribuzione del Valore Aggiunto; sostenibilità sociale, dove sono descritti i dati e le attività relativi a risorse umane, formazione, clienti, comunicazione; sostenibilità ambientale che comprende le attività e i dati che riguardano acqua, rifiuti ed energia.
ll presidente Mirco Arletti, nel ritirare il premio, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti che, per la seconda volta dopo il 2005, ci venga attribuito questo prestigioso premio che dimostra come la redditività non possa essere disgiunta dagli obiettivi di carattere sociale ed ambientale e come, anzi, ciascuno di questi aspetti sia strettamente correlato all’altro. Questo premio è per noi importante stimolo per uscire ancora più rapidamente dalla situazione che il terremoto ha prodotto, anche se i primi importanti risultati sono già stati ottenuti perché a sei mesi dal sisma quasi tutte le sedi e gli impianti sono stati ripristinati”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here