Moda: alla conquista del mercato globale

0
82

Il settore della moda è in continua evoluzione. La concorrenza estera sta diventando ogni giorno più efficace, con livelli di qualità sempre più elevati e costi evidentemente inarrivabili. Per arginare la crisi, e continuare a crescere, è necessario che le nostre imprese del settore tessile-abbigliamento si inseriscano da protagoniste in nuovi mercati, affermando il Made in Italy per il suo inconfondibile valore stilistico e di innovazione, e rinunciando definitivamente all’impari sfida dei prezzi. Valorizzare al meglio il potenziale delle nostre numerose aziende all’estero e presentarle in maniera vincente sul mercato internazionale è l’obiettivo del progetto Italian Fashion Selection, nato dall’alleanza tra le due aziende carpigiane Octagona e Jolty. La prima è una società di consulenza e servizi specializzata nei processi di internazionalizzazione d’ impresa, mentre la seconda è un’azienda di consulenza con esperienza soprattutto nel settore della moda. I punti di forza di Italian Fashion Selection, che si avvale del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e del Comune di Carpi, sono stati presentati lo scorso 16 novembre presso la sede di Carpiformazione nell’ambito del progetto Carpi Fashion System. A parlare dell’iniziativa sono intervenuti gli stessi amministratori delegati delle due aziende: Alessandro Fichera di Octagona e Paolo Galli di Jolty. “L’attuale scenario internazionale – ha spiegato Ficheira – è dominato dalla crescita dei cosiddetti mercati emergenti, ovvero Russia, Cina, India, Brasile e Sudafrica. E l’Italia, per poter competere in un mercato mondiale sempre più agguerrito e globalizzato non deve far altro che aprirsi ad essi mettendo a fuoco i suoi veri punti di forza. L’internazionalizzazione è un’operazione indispensabile se vogliamo che le nostre imprese continuino a lottare generando riscontri positivi. Internazionalizzare non equivale a vendere una tantum in un paese straniero, bensì significa conquistare e mantenere vendite internazionali con costanza e profitto. Con le nostre sedi dirette in India, Vietnam e Brasile, e una serie di importanti collaborazioni su altre aree a forte sviluppo tra cui Stati Uniti, Turchia, Russia, Cina, Nord Africa e Medio Oriente siamo in grado di assistere imprese di piccole e grandi dimensioni desiderose di estendere la propria presenza all’estero, con servizi su misura a seconda delle specifiche esigenze”. Successivamente ha preso la parola Paolo Galli: “le imprese, per arginare la crisi e continuare a crescere devono trovare il modo di intraprendere progetti ben strutturati e credibili che le portino all’estero. E Italian Fashion Selection è nata proprio per aiutare le imprese a essere presenti direttamente sui mercati a maggiore potenziale generando opportunità concrete di business. Alla base della formula di IFS vi sono le due parole chiave: selezione ed equilibrio. Per questo motivo ogni progetto che ci viene inviato in visione viene scrupolosamente analizzato, e successivamente affidato ad agenti specializzati per i diversi obiettivi desiderati. Oggi, la soluzione perfetta per l’azienda di moda è rappresentata dalla capillarizzazione e dal presidio commerciale diretto nei mercati che si vogliono aggredire, come è stato dimostrato dal successo di grandi marchi internazionali. Poter contare su personale del luogo significa essere in grado di interpretare il progetto nel modo giusto coerentemente con le caratteristiche locali, ottenendo il migliore risultato. Per questo motivo abbiamo scelto di collocare gli show-room multibrand in aree prestigiose di New York e Nuova Delhi all’interno dei quali poter promuovere le produzioni di eccellenza del settore tessile-abbigliamento del distretto carpigiano. Tale attività, coadiuvata da un direttore commerciale appositamente selezionato proveniente da esperienze di livello internazionale nel settore, mira a creare per ciascuna impresa una consolidata rete di vendita nei due Paesi”. Le imprese che desiderassero partecipare al progetto possono dare conferma entro il 29 novembre presso la sede di Carpiformazione al civico 131 di via Marx, usufruendo dell’offerta messa a disposizione dalla società in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e il Comune di Carpi.
Chiara Sorrentino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here