L’Avis c’è!

0
99

Nei mesi scorsi, anche l’Avis di Carpi ha tremato ma non ha mollato. L’associazione, rimasta priva di sede, in quanto inagibile, si è rimboccata le maniche per cercare di limitare il danno derivante dallo stop delle donazioni di sangue, trasferendosi nella vicina Soliera (in via XXV Aprile, 265). Oggi in attesa di una soluzione più congrua e funzionale, Avis ha collocato al Circolo Loris Guerzoni di via Genova una tenda, messa a disposizione dalla Pubblica Assistenza di Vignola e un’autoemoteca messa a disposizione dall’Avis di Torino per poter riprendere in città almeno le donazioni di plasma sette giorni la settimana. “La nostra città – ha sottolineato Carlo Contini, presidente di Avis Carpi – è punto di riferimento a livello provinciale per quanto riguarda la raccolta di sacche di plasma. Da giugno a oggi la nostra associazione, che conta circa 3mila donatori e 6mila donazioni l’anno, ha registrato una perdita di 939 donazioni di cui 372 di sangue intero e 567 di plasma alle quali vanno però aggiunte altre 108 sacche di plasma perse di donatori di Novi di Modena, Rovereto e Soliera, che affluivano al centro di Carpi. Oggi, grazie alla generosa disponibilità del Circolo Loris Guerzoni e all’unità mobile che ci è stata messa a disposizione potremo finalmente ricominciare la raccolta di plasma nella nostra città”, con l’obiettivo, ha poi aggiunto Maurizio Ferrari, presidente di Avis provinciale, di “ridurre il divario di sacche (a livello provinciale siamo a -2.500 donazioni a causa dell’inagibilità di 14 sedi Avis su 50) e rimettere in moto quel meccanismo indispensabile affinché non venga a mancare la disponibilità di sangue per la sanità pubblica”. Il terremoto ci ha restituito una realtà complessa, una città segnata, facendo emergere nuovi bisogni, ai quali circoli e associazioni hanno cercato di dare una risposta efficace, stringendo alleanze e sinergie, come ha ribadito anche l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Carpi, Alberto Bellelli. “Il tessuto associativo cittadino, vanto per Carpi, in questa situazione emergenziale, grazie alla solidarietà reciproca che ha messo in campo, si è dimostrato indispensabile per il bene di tutti”, mettendo toppe laddove il pubblico non poteva arrivare.
Jessica Bianchi

In foto: da sinistra Contini, Ferrari e Bellelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here