Nel Regno Unito inseguendo un sogno

0
92

Il 21enne carpigiano Lorenzo Verri, dal 1° ottobre vive a Londra dove studia per diventare Web Devoloper e designer.

Lorenzo, perchè hai deciso di trasferirti a Londra?
“Dopo essermi diplomato in Comunicazione Visiva e Grafica all’Istituto d’Arte Venturi ho scelto di trasferirmi a Londra per diverse ragioni. Volevo approfondire la conoscenza della seconda lingua più parlata al mondo, ma che non avevo mai avuto la possibilità di imparare bene durante le scuole superiori e poi desideravo vivere un’esperienza nuova che mi consentisse di conoscere culture diverse dalla mia. Mi sentivo insoddisfatto della mia vita tra Carpi e Modena: non riuscivo a intravedere un futuro nella mia piccola città. E infatti sono partito alla ricerca della mia “vocazione”. Le aspettative sulla capitale britannica erano alte e appena arrivato sono rimasto un po’ deluso per le difficoltà che ho trovato a inserirmi e per le rinunce che ho dovuto affrontare, ma ora sono soddisfatto della decisione che ho preso. Nonostante i sacrifici siano tanti, soprattutto per uno come me che è dovuto partire quasi da zero con la lingua, ne vale la pena, perchè Londra è una città ricca di opportunità: basta cercarle”.

Cosa stai facendo?
“Sto terminando il primo anno di Web Development/Design in un istituto di arti creative chiamato SAE Institute. Quest’anno di studi mi permetterà di ottenere in futuro il diploma di Web developer e designer”.

Dal punto di vista della tua formazione culturale e professionale cosa ti sta dando la capitale inglese?
“Londra è una città meravigliosa per uno studente. Credo che dal punto di vista professionale ci sia tanto da imparare: in poco meno di un mese dopo aver messo piede in Inghilterra avevo la National Insurance Card, ovvero una carta che permette di lavorare legalmente. A quel punto dovevo solo cercare un posto. Ma l’anima più bella di Londra è la sua ricchezza culturale che deriva da una popolazione multietnica. Da quando sono arrivato ho conosciuto coreani, australiani, tedeschi, polacchi, africani e tanti altri ragazzi di varie nazionalità che vengono nel Regno Unito per ragioni simili alla mie. L’istituto SAE-Quantm College mi sta dando un aiuto incredibile nell’imparare un vero e proprio mestiere, che è anche una mia grande passione, così come mi sta aiutando a intraprendere un percorso di studi in Olanda, alla Fontys University di Eindhoven”.

In cosa consiste tale progetto?
“L’Istituto SAE-Quantm College è solo la tappa iniziale del mio percorso di studi. Avevo la possibilita di fare un altro anno a Londra e conseguire una laurea in Web Development e Design, ma mi sono accorto che ciò che piu mi piace è la programmazione legata al web. Continuerò quindi i miei studi come Software Engineering a Eindhoven in Olanda, cittadina più piccola e meno cosmopolita di Londra, ma ricca di studenti e con prezzi universitari e di affitto più abbordabili”.

Il luogo, l’esperienza e l’evento che ti porterai per sempre nel cuore?
“Ho conosciuto la mia fidanzata Olga, una dottoranda in design alla Central St Martins, nel posto dove lavoravo part-time: il Borough Market, nei pressi del London Bridge. Lei vendeva cibo tipico della sua nazione, la Polonia, di fronte al banco dove io vendevo parmigiano e salame. Che originalità vero? Anche grazie a lei, ho deciso di rimanere a studiare all’estero: quando si è in squadra si è certamente piu motivati”.

Non ti preoccupa la distanza che ti dividerà da Olga quando sarai in Olanda?
“Olga, che ha qualche anno in più di me ed è una dottoranda, mi potrà raggiungere presto per vivere insieme. Avrà l’opportunità di continuare i suoi studi anche fuori sede, dovendo fare ritorno a Londra solo per incontrare i suoi supervisors”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here