L’Ancescao ringrazia i Centri di Carpi per l’opera svolta

0
139

Il Coordinamento provinciale dell’Ancescao (Associazione Nazionale Centri Sociali Comitati Anziani e Orti) ringrazia pubblicamente i Centri sociali della zona di Carpi, che fin dalle prime ore successive al sisma del 20 maggio, e ancor più a quello del 29, si sono prodigati in ogni modo per prestare aiuto a concittadini in difficoltà. Un’attività di volontariato che è stata encomiata dall’Amministrazione comunale di Carpi, che ha manifestato la propria gratitudine e riconoscenza in un incontro con i rappresentanti delle otto strutture carpigiane associate all’Ancescao.
“Per diversi giorni son stati forniti centinaia di pasti – spiega Esarmo Righini, presidente dell’Ancescao modenese – e ospitati, anche per il pernottamento, quasi cento anziani soli, molti dei quali si son trovati all’improvviso senza badanti, partite per paura “.
In generale, molte persone si sono rifocillate nei Centri, tenuti aperti anche per consentire l’uso di gabinetti e docce, mentre negli spazi esterni erano ospitate tante tende.
“Si è trattato di un grande sforzo donato dai nostri volontari alla propria città – commenta Righini – e che ha facilitato il dispiegamento di tutte le altre forze di soccorso. Ora, in un momento di relativa tranquillità, riprendono i consueti programmi di intrattenimento per cercare, anche attraverso iniziative quali ballo, commedie dialettali e altro, di ridare fiducia e restituire il sorriso ai tanti duramente provati da tale esperienza”.
Queste le strutture carpigiane dell’Ancescao (ca. 6.000 soci): centro sociale anziani Graziosi, c. s. e orti Righi, c. s. Guerzoni, c. s. Cibeno Pile, c. di promozione sociale Gorizia, Associazione Anziani in Rete, c. s. e orti Villa Glori, c. s. ricreativo culturale Losi.
L’Ancescao provinciale (32 strutture, 14.000 associati) ricorda inoltre che è aperta, fin dal 21 maggio, una sottoscrizione a favore delle zone colpite: le offerte, con causale “TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA”, vanno fatte tramite bonifico bancario sul conto corrente della Popolare dell’Emilia-Romagna intestato all’Ancescao, con il seguente Iban IT13L0538702409000001850957. In alternativa, le somme possono essere versate, con la stessa causale, sul c/c postale n. 20845400 intestato ad Anziani&Società, la rivista associativa. I fondi saranno gestiti dal coordinamento Ancescao dell’Emilia-Romagna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here