Emergenza terremoto: aggiornamento del 6 giugno

0
71

Gli ultimi dati aggiornati relativi alle persone sfollate indicano in circa 1600 i cittadini che hanno dovuto lasciare le loro case dopo aver ricevuto l’ordinanza di inagibilità. 220 sono gli edifici e 600 le famiglie sgomberati; invece 219 sono gli anziani non autosufficienti e i disabili assistiti nei Centri allestiti dall’ente locale e 491 i carpigiani che vivono ora in albergo in località montane o marine. 105 in mattinata sono state le persone che sono state accolte nel Campo della Protezione Civile montato dai volontari lucani nel piazzale delle Piscine. Qui sono stati distribuiti oggi i primi pasti e la cucina si occuperà anche di fornire 250 pasti a pranzo e a cena anche al Campo spontaneo di Fossoli. Il Campo del piazzale delle Piscine prevede anche l’allestimento di un punto informativo del Comune, dove è prevista anche la presenza di mediatori culturali per i cittadini stranieri. L’area sarà vigilata da personale delle forze dell’ordine per tutte le 24 ore della giornata.

Il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile di Carpi ricorda che i cittadini che intendono donare quantità limitate di prodotti alimentari, vestiario, tende, lenzuola, sacchi a pelo e tutto quanto può essere utile a chi non ha una abitazione agibile o dorme fuori casa devono rivolgersi direttamente ai centri di seguito indicati:
Pista di motocross di via Guastalla
Parrocchie di Santa Croce, Fossoli, Budrione, S.Bernardino, Cibeno, San Giuseppe e Corpus Domini
Centro autogestito di Cortile
Polisportiva di San Marino
Rossetto (di fronte al Campo di concentramento di Fossoli)

Aziende ed istituzioni che hanno invece grossi quantitativi di merce da donare alla popolazione devono rivolgersi al magazzino comunale di via Watt 2 (zona industriale), previa comunicazione dell’arrivo dei mezzi.
L’amministrazione comunale ringrazia tutti coloro, carpigiani e non, che stanno contribuendo fattivamente all’opera di sostegno e assistenza alle popolazioni in difficoltà sul territorio.

Il Comune di Carpi ricorda altresì che è possibile contribuire economicamente agli interventi di solidarietà in favore della popolazione terremotata utilizzando un conto corrente le coordinate del quale sono le seguenti: Intestazione Comune di Carpi-Interventi di solidarietà – Codice Iban IT 27 E 02008 23307 000040743376, Unicredit Banca, causale Sisma Carpi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here