Piccole fiammelle di pace

0
130

Già da alcuni anni, in occasione della Giornata della Memoria, il 27 gennaio, la Scuola dell’Infanzia Bollitora coinvolge tutti i suoi alunni in un bellissimo progetto che viene caratterizzato, di volta in volta, da attività differenti. Punto di partenza è la lettura di libri sul tema guerra/pace che accompagna per tutto il percorso maestre e bambini e da cui scaturiscono conversazioni, scambi di idee, pensieri e parole dei piccoli: il desiderio è che diventino a loro volta “memori” di quanto accaduto in passato – una devastante guerra – e di conseguenza soggetti attivi di pace, perché ciò che è stato non si ripeta più. Tutto viene poi raccolto in pubblicazioni, pannelli e depliant che restituiscono ai genitori le tappe principali del progetto. A Carpi, tra i luoghi simbolo, il Cortile delle Steli rappresenta la meta finale del percorso scelto dalla Scuola Bollitora: esso è infatti il luogo della memoria dove insegnanti e bambini sono soliti lasciare un segno visibile della loro presenza in una giornata tragicamente speciale. Così è stato anche lo scorso 27 gennaio, quando i piccoli hanno deposto una piccola candela davanti a una delle lapidi. “Proteggete la fiammella – ha esortato una delle maestre – perché questa è fragile, come lo è la pace: basta un niente a spegnerla”. I bambini si sono poi soffermati per osservare un minuto di silenzio in ricordo di chi soffre ancora la guerra e per auspicare un futuro di pace a tutta l’umanità. Dolcissimi come solo i bimbi sanno essere, composti e con lo sguardo assorto hanno intensamente pensato, lungo i 60 secondi, alla pace e alla guerra. Al termine, un grido liberatorio e un lungo applauso hanno infranto il silenzio. Una giornata che rimarrà sicuramente impressa anche nella loro memoria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here