Buon Natale dai “Galli”

0
31

Due ruote, un motore, un universo di storie da raccontare e di magiche sensazione da riassaporare con gli amici, magari davanti a un buon bicchiere di lambrusco. Ecco cos’è una motocicletta. Un mezzo attraverso il quale sfuggire dalla quotidianità, scoprire il mondo e gustare un’indescrivibile senso di libertà… Un altro anno è passato e per il Motoclub Campo dei Galli – nato nel 1994 sin onore della casa costruttrice di motocicli Guzzi e dalla passione di un gruppo di amici – è tempo di bilanci. Numerose le attività svolte dal club, affiliato alla Federazione Motociclistica Italiana, e presieduto da Mario Bonaccini anche nel 2011. Attività che coniugano l’amore per il viaggio e la riscoperta di suggestivi itinerari turistici da assaporare in sella alla due ruote, senza però trascurare la sicurezza attraverso iniziative rivolte ai ragazzi di Guida Sicura (in collaborazione con le Amministrazioni Comunali) e la difesa delle tradizioni motociclistiche modenesi. I biker del club hanno attraversato deserti silenziosi, il biancore dei ghiacciai, il profumo dei prati… lanciandosi lungo strade idilliache, rigorosamente in sella ai loro bolidi. “Ci siamo inoltrati – raccontano i centauri – tra le stradine del paradiso dei motociclisti per eccellenza, ovvero l’Isola di Man, adagiata nel Mare d’Irlanda e, ancora, abbiamo vissuto il fascino silenzioso e candido dell’Islanda; per non dimenticare poi la verde e lussureggiante Romantische Strasse che da Füssen giunge a Würzburg, terre di castelli e natura incontrastata”. Il Motoclub Campo dei Galli, che annovera circa 80 soci, oltre a organizzare il Motoraduno Guzzi, che si svolge ogni primo weekend di settembre a Campogalliano e il cui ricavato viene devoluto in beneficenza a favore di varie associazioni del territorio, partecipa anche a numerosi raduni in Italia e non solo: da Arezzo in febbraio a Faaker in Austria in settembre”. Tra Galli poi, ve ne è uno davvero particolare: Paolo Baratti, unico agonista del gruppo, nel 2011, in sella alla sua Ducati 1098S, ha scalato il terzo gradino del podio, durante il Trofeo Motoestate Open al Mugello. Il prossimo appuntamento sarà a fine gennaio quando, abbandonata l’idea di ripetere l’esperienza dell’Elefanten Treffen, il più famoso moto raduno invernale che si svolge dal 1956 a Solla, in Germania, i biker si dirigeranno invece verso il clima mite della Puglia e dell’azzurro Salento. E per tutti coloro che soffrono di mal d’Africa, il club, ad aprile, vorrebbe organizzare un tour in Marocco. “Chi volesse sentire l’aria in faccia – ha aggiunto Mario Bonaccini – immergersi nella natura, sentire il sole “infuocare” il proprio casco o, al contrario, i rivoli di pioggia scendere nel collo… insomma chi vuol sperimentare la bellezza di fondersi con la propria motocicletta e con la strada, nonostante tutto, allora il Motoclub – che organizza anche itinerari turistici di una giornata alla portata di tutti – è proprio quel che fa per voi. Intanto vogliamo augurare a tutti, motociclisti e non, un buonissimo e sereno Natale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here