Residenti inascoltati

0
67

Dopo l’infuocata assemblea con i residenti di Fossoli e della zona a Nord di Carpi, l’assessore Carmelo D’Addese risponde alle obiezioni sulle modifiche alla viabilità che coinvolgeranno via Remesina. Nel confermare che le modifiche saranno comunque apportate nonostante le aspre contestazioni, D’Addese si è detto consapevole del fatto che: “quando si vanno a modificare le loro abitudini, è comprensibile che i cittadini possano reagire con nervosismo. Resto però convinto che tra i doveri principali di un amministratore rientri anche quello di assumere decisioni che da qualcuno possano essere giudicate impopolari, se lo fa perché guidato dall’idea del benessere collettivo”. I cambiamenti più importanti saranno due: il senso unico su via Remesina, da Fossoli verso Carpi, nel tratto compreso tra le vie S. Antonio e Rossetti e il senso unico su via Pola in direzione di Fossoli, tra l’incrocio con la rotatoria della bretella nord e via S. Antonio. “L’ordinanza è sperimentale, come avviene per tutti gli interventi sulla viabilità. Siamo costretti a prendere questo provvedimento perché, adottando le normative nazionali ed europee nel Piano Generale Urbano del Traffico, dobbiamo deviare il grande flusso di vetture che attraversa Fossoli, causando seri pericoli di incidente. La Remesina è una strada secondaria, e molto semplicemente non può sostenere tutto il volume di traffico che attualmente vi transita. In ogni caso la matematica ci dice che dovremmo riuscire nell’intendo di alleggerire la presenza di vetture su questa arteria”. L’assessore spiega poi come su via Remesina si sia optato per il senso unico verso Carpi, accogliendo in questo le richieste di molti residenti che hanno necessità di accompagnare i figli a scuola e di recarsi al lavoro, e questo nonostante il fatto che, in realtà, il traffico che attraversa la frazione diretto verso Novi sia più consistente. “Questa è la prova di come abbiamo cercato di venire incontro alle necessità dei cittadini, pur dovendo applicare questa ordinanza. Ci sarà poi anche il senso unico su via Pola, creando così un circuito da e per Fossoli. Aggiungo che dal provvedimento saranno esclusi i residenti, i veicoli diretti nella zona, i mezzi di soccorso e le forze dell’ordine”. A chi fa notare come quest’ultima strada sia più simile a quella di un paese del Terzo Mondo, D’Addese replica: “sarà riasfaltata entro la fine del mese corrente”. L’obiettivo da raggiungere è quello di una riduzione del traffico di attraversamento almeno del 50%, ma non è detto che le cose resteranno così per sempre: “una volta ultimata la ciclabile e valutati i flussi di vetture, potremmo anche pensare di tornare al doppio senso”. Ma i due sensi unici non saranno gli unici provvedimenti. Tra gli altri, anche il divieto di transito su via Remesina esterna, a nord di Fossoli, nel tratto compreso tra via Valle e via dei Grilli. Saranno inoltre installati dei dissuasori della velocità tra via Martinelli e via S. Antonio. Per quel che riguarda la pista ciclabile, attualmente interrotta a livello del passaggio a livello, è previsto il collegamento dei due tronchi della da esso separati, attraverso la realizzazione di una corsia preferenziale che prevede la messa in sicurezza di ciclisti e pedoni sulla carreggiata. Saranno inoltre installate postazioni per il controllo della velocità su via Remesina e via Pola nei tratti interessati dal provvedimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here