Prandini trionfa in casa, la Rinaldi fa sfumare il poker della Bandini

0
94

Vincere sulle strade di casa ha sempre un sapore particolare. Ad assaggiarlo questa volta è stato Stefano Prandini, che bruciando in volata sei compagni di fuga, ha vinto a sorpresa la 9^ edizione della Selle Italia Granfondo Italia, gara di 159 km che dal 2003 è il ghiotto antipasto della Maratona d’Italia memorial Enzo Ferrari. Il percorso di gara, che parte e arriva a Carpi e percorre tutta la provincia di Modena, lambisce infatti anche la città  di Sassuolo, dove vive il 26enne Prandini, che gareggia per l’Asd Team The Bike.
Prandini ha tagliato il traguardo con il tempo di 4h08’56”, battendo nell’ordine Michele Rezzani (Team MG.K Vis Lgl Viner-Miche) e Stefano Nicoletti (Team Iaccobike Ceramica Panaria), già vincitore nel 2009 e secondo nel 2008.
Tra le donne è invece sfumato l’obiettivo di Monica Bandini di fare poker dopo le vittorie del 2006, 2008 e 2010. Continuando a rimanere vittima della maledizione degli anni dispari, la 46enne forlivese del Team Tubozeta MG.K Vis – Somec è stata bruciata in volata dalla 26enne empolese Ilaria Rinaldi (Asd Team Parkpre Giordana Dmt), che ha conquistato la 19esima vittoria di un ottimo 2011. La Rinaldi ha chiuso in 4h26’34”, 4” davanti alla Bandini, mentre al 3° posto è arrivata Marina Ilmer (Arsv Vinschgau) in 4h31’53”.
Combattutissima la volata finale della Mediafondo, con ben 20 atleti sul rettilineo finale. Alla fine l’ha spuntata, con il tempo di 2h15’13” il 39enne carpigiano Daniele Gradellini (Pedale Biellarese), nipote d’arte visto che lo zio Silvio, oggi 12°, ha vinto due volte a Carpi nel 2004 e nel 2005. Alle sue spalle si sono piazzati Francesco Pecchini (Asd Mantovani Fontana) e Andrea Pagliani (Asd Pata Nuova Arka Arredamenti), primo lo scorso anno. Anche nella Mediafondo femminile c’è stata una grande sorpresa, visto che Michela Gorini, 38enne infermiera aretina che corre per l’Asd Team Fausto Coppi Fermignano, ha perso per la prima volta dopo quattro vittorie di seguito nella Granfondo Italia. Il successo è andato a Serena Gazzini (Carraro Team Trentino), che ha tagliato il traguardo in 2h19’55”, con un vantaggio di 58” sulla seconda.
Ospite graditissimo della gara è stato il presidente della Federazione ciclistica italiana Renato Di Rocco, che poi ha pedalato in gruppo per circa 45 km. “C’era tanto vento”, ha scherzato alla fine. Il presidente federale ha inoltre salutato Ivano Barbolini, presidente onorario del comitato organizzatore. “Lo conosco dal 1999, quando ero alla Fidal e lui era uno degli organizzatori più bravi e combattivi. Mi ha fatto piacere rivederlo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here