Pallavolo: Texcart conquista la B2

0
353

La partita è di quelle importanti, attese da giorni, mesi e per qulacuno da anni. L’Arceto, avversario di turno, non può e non deve impensierire, troppa la differenza tecnica tra le due formazioni, una in testa alla classifica e l’altra ormai condannata in anticipo alla retrocessione. Ma la tensione sul campo di casa delle carpigiane è palpabile. Numerosissimo il pubblico che ha gremito le tribune ed è presente anche la stampa. Non ci sono dubbi stà per accadere qualcosa di straordinario. Pronti via , la gara è a senso unico, la Texcart domina senza troppa fatica sostenuta a gran voce dal pubblico. Coach Amari fa ruotare tutte le ragazze, in poco meno di un’ora arriva l’ultimo punto. E accade tutto in un attimo, i tifosi si alzano, le giocatrici in panchina sembrano voler entrare in campo, uno…due…. tre tocchi e… palla a terra, la Texcart Città di Carpi vince e conquista la promozione diretta in B2.
Il palazzetto esplode in un boato, la gioia è incontenibile e si aprono i festeggiamenti che andranno avanti sino a notte inoltrata.
E quanto sia stata “speciale” questa promozione lo dicono le lacrime di gioia delle giocatrici e l’esultanza dei dirigenti e delle squadre giovanili presenti.
Sì perchè questo gruppo rappresenta una vera svolta nella pallavolo carpigiana perchè per la prima volta si sono visti uniti in campo e fuori tutti i volti noti della pallavolo femminile della città dei Pio che, fino a pochi mesi fa erano rivali.
Tra le ragazze si contano Paola Copelli,Federica Galli e Giada Morselli che solo 2 anni fa hanno portato la Mondial Quartirolo dalla serie D alla C ma c’erano anche Cecilia Gaiuffi, Silvia Monari, e Francesca Vaccari che, nello stesso anno, hanno fatto altrettanto nella San Marinese: tutte protagoniste di derby infuocati ed oggi unite più che mai. Antonella Ianniciello, cresciuta pallavolisticamente nella Goldoni, che si è messa completamente a disposizione delle compagne. Protagoniste sono anche Elisa Zini, che dopo un travagliato inizio di stagione, causa infortuni, ha lottato ed è rientrata per dare quella spinta fondamentale che serviva nella parte finale del girone di ritorno. Le maternità hanno poi mescolato le carte tra i centrali, con Elisa Lodi che ha disputato un’ottima prima parte di campionato ma che poi, ha dovuto lasciare il posto ad Elena Fantini. Ed anche quest’ultima ha dovuto ritirarsi per gli stessi motivi sastituita da Sonia Paini che ha saputo integrarsi velocemente non facendo pesare le assenze forzate. Un’altro elemento determinante è Sara Bortolotti che, pur avendo potuto scendere meno in campo, ha sempre messo il risultato di squadra davanti a tutto dando il massimo in allenamento e facendosi trovare pronta anche per una sola battuta, un esempio per molti. E che dire del libero, la giovane Sonia Dallari, frutto del viviaio carpigiano che non aveva mai disputato un campionato di serie da protagonista. E’ partita timorosa ma poi, grazie al supporto delle compagne, è diventata una certezza sia in ricezione che in difesa dando sicurezza ai reparti. Alice Lanza, giovane ma con già esperienza in categoria che non ha mai fatto pesare la Sua forza. La prima ad incitare e la prima a mortificarsi per i propri errori: una campionessa esempio di umiltà.
Ma della squadra, ricordano le ragazze, fanno parte anche le giovanissime Ambra Caruso, Vittoria Goldoni, Serena Rebecchi, che disputano il campionato di prima divisione ma che, quando sonop state chiamate ad integrare la rosa ha nno dato il loro contributo e saranno le probabili protagoniste del prossimo futuro.
Non dobbiamo dimenticare che il risultato ottenuto in campo dalle atlete è frutto del lavoro ben orchestrato da uno staff tecnico veramente in sintonia costituito da coach Amari Bruno, che festeggia nel migliore dei modi il suo ritorno sui campi di gioco, ben coadiuvato e supportato da Gastone Panini. Stefano Guerzoni, sparring partener d’eccezione aiuto allenatore e 12 giocatore all’occorrenza, utilissimo nella preparazione delle partite. Ed anche Benatti Patrick, dirigente accompagnatore che ha saputo tenere alto il morale anche quando la stanchezza o le assenze rendevano difficile affrontare con il giusto spirito gli estenuanti allenamenti.
Una promozione fantastica perchè inattesa, voluta e conquistata e che sarà onorata portando a termine il campionato con la stessa grinta e determinazione.
Un ringraziamento speciale lo vogliamo fare a chi ha saputo mettere da parte le rivalità per dare un futuro alle giovani pallavoliste carpigiane che ogni giorno vanno in palestra ad allenarsi e che potranno puntare ad arrivare qui, dove le loro “compagne” sono arrivate. Sì, compagne, perchè tutte le atlete si sentono parte di un unico movimento, un unico gruppo costruito e voluto da fantastici dirigenti che “lavorano” nell’ombra occupando ogni momento libero della loro giornata, ripagati dall’entusiasmo di ogni atleta e come in questi casi dai risultati.
Ma dobbiamo ringraziare anche e sopratutto chi ha supportato economicamente le Società, dal main sponsor a tutti gli altri che hanno contribuito non solo alla promozione ma all’intero movimento pallavolistico carpigiano che è fatto di ragazze, giovani e bimbe che frequentano le palestre e che senza l’ausilio di questi imprenditori non potrebbero “sognare” in grande.

Tabellino
Texcart Città di Carpi: Monari 8, Zini 3, Bortolotti 0, Iannicello 1, Lanza 8, Morselli 3, Gaiuffi 7, Dallari (L), Vaccari 7, Copelli 6, Galli 0, Paini 0. All. Amari, 2° All. Panini
Pol. Arceto: Paderni 2, Galantini 0, Krauss 4, Barbieri 1,Rossetti 1, Fontanesi n.e., Pagliani 9, Malagoli 0, Dimitri 0, Carapezzi 2, All. Nasi
Note:Texcart Città di Carpi: Ace 3, bs 8, Muri 4 Arceto: Aces 3, bs 5, Muri 1
Durata set ’20, ’15, ’19
Abitri: Battaglini (FE), Mazzoli (MO )

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here