Principi Ricostituenti

0
181

Mercoledì 23 marzo, ore 21.00 – art. 1
Soliera – Nuovo Cinema Teatro Italia
La costituzione siamo noi
Spettacolo teatrale di Flexus e Stefano Cenci
Uno spettacolo graffiante e ironico che vuole leggere e approfondire i principi fondamentali della Costituzione Italiana a sessant’anni dalla sua approvazione, partendo dall’Assemblea Costituente ed arrivando ai giorni nostri, evidenziandone i contenuti di estrema attualità e proponendosi con una intenzione innanzitutto conoscitiva. I testi di Calamandrei, Colombo, Benni, Paolini, Voltaire, Mandela prendono forza sulle musiche di Pink Floyd, Gaber, De Gregori, Jannacci, Caparezza e altri
Ingresso a pagamento

Sabato 26 marzo, ore 16.30 – art. 3
Carpi – Castello dei ragazzi/ludoteca
Uguali e diversi
Laboratorio creativo di costruzione di marionette in legno condotto da Franco Tanzi, Teatro dell’Orsa. Per bambini/e dai 6 anni

Domenica 27 e lunedì 28 marzo, ore 21.00 – art. 2
Carpi – Teatro comunale
La Buona Vecchia Strada, The Good Ol’Way
Musical per i diritti umani
A cura dell’Associazione Musicale “Gospel Soul” di Carpi in collaborazione con Youth for Human Rights di Los Angeles e con il Patrocinio di Amnesty International
Con Lalo Cibelli e Greta Bortolotti (voci narranti), Will Roberson e Elisabetta Sacchetti (cantanti), Elisa Lolli (attrice), Paolo Andreoli (pianoforte), Felice Del Gaudio (basso), Oscar Abelli (percussioni), Gianni Vancini (sassofoni), Federico Albonetti (armonica), Ilaria Lusetti (scenografia), Elisa e Barbara Malta (coreografia), Grazia Gamberini (direzione artistica). Con la partecipazione di Coro Gospel Soul e Gospel Soul Junior, Allievi di danza del New Club Carpi, Allievi di danza del Club Giardino Carpi
Ingresso a pagamento. Il ricavato della serata sarà devoluto ad AMO (Associazione Malati Oncologici) di Carpi

Sabato 2 aprile, ore 16,30 – art. 11
Carpi – Castello dei ragazzi/il falco magico
Figuriamoci la pace
Narrazioni di storie per immagini. Racconta Cristina Busani, musiche di Gianluca Magnani
A cura di Equilibri Modena. Per bambini/e dai 5 anni
Le storie possono essere occasione per riflettere, per ironizzare, per coltivare la speranza, ma soprattutto le storie danno sin da piccoli, e per tutta la vita, la possibilità di ritrovarsi e sentire, prima ancora di voler capire

Sabato 2 aprile, ore 21.00 – art. 1
Novi di Modena – Sala civica “E. Ferraresi”
Lettura Spettacolo con Paolo Nori ed il Coro delle Mondine di Novi sul tema della democrazia
A cura dell’ANPI di Novi

Domenica 3 aprile, ore 21.00 – art. 1
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
L’Anima di una democrazia
Recital per voce e chitarra di e con Giuliana Soldani
Il racconto della nascita della Costituzione Italiana, attraverso alcuni degli interventi più significativi ( G. Dossetti, P. Calamandrei, A. Moro, G. Saragat, M. Ruini ) pronunciati durante i lavori dell’Assemblea Costituente con lo scopo di raccontare lo spirito politico, culturale e civile che animò i Padri Fondatori

Martedì 5 aprile, ore 17.00 – art. 9
Soliera – Centro Polifunzionale Il Mulino
Giochiamo all’Italia
Proposte ludiche e laboratori artistici sul patrimonio storico e artistico italiano
A seguire nei giorni 7,12,14,19 e 21 aprile

Sabato 9 aprile, ore 16.30 – art. 11
Carpi – Castello dei ragazzi/il falco magico
Marcondirondero
Fiabe e storie di e con Monica Morini. Accompagnamento musicale dal vivo
A cura del Teatro dell’Orsa. Per bambini/e dai 5 anni
Pulcinella si muove con troppi fili, senza poter mai assaggiare il colore del cielo. E c’è chi come Beelinda pecora sente di essere uguale e diversa e cerca pascoli di nuvole e di cielo.
Chi abita in terra di pace tra castelli rossi e blu e per un capriccio di re è costretto indossar la giubba del soldato e lanciare palle di cannone

Lunedì 11 aprile, ore 21.00 – art. 2
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
L’Aria salata (Italia, 2007, 85’)
Proiezione del film di Alessandro Angelini
Presentazione di Nico Guidetti e incontro con Lucia De Marco, già insegnante del Carcere Sant’Anna di Modena
L’idea del film è nata durante il periodo in cui il regista prestava volontariato nel carcere di Rebibbia.
Fabio, un giovane educatore, lavora in un penitenziario. Qui ritrova il padre che lo ha lasciato quando era ancora un bambino…
L’aria salata potrebbe essere l’ennesimo racconto di un incontro/scontro fra padre e figlio, invece diventa qualcosa in più, una riflessione sul bisogno di normalità di cui tutti hanno bisogno e sulle conseguenze che la mancanza di questa può comportare

Lunedì 18 aprile, ore 21.00 – art. 3
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Le mani sulla città (Italia, 1963, 105’)
Proiezione in pellicola del film di Francesco Rosi
Presentazione di Federico Baracchi e incontro con Roberto Cigarini, Giudice presso il Tribunale di Modena, sez. distaccata di Carpi
Un consigliere comunale napoletano, Eduardo Nottola e costruttore edile è costretto a ritirarsi dalla vita politica per il crollo di una palazzina da lui costruita. Cambiato partito riesce a farsi eleggere di nuovo e ad avviare un gigantesco progetto speculativo…
Il film, sceneggiato dallo stesso Rosi con la collaborazione di Raffaele La Capria, Enzo Provenzale ed Enzo Forcella, conquistò il Leone d’Oro alla Mostra del cinema di Venezia suscitando molte polemiche. Rimane uno dei migliori esempi di cinema politico italiano, appassionante e non retorico, limpido ma non eccessivamente schematico

Martedì 19 aprile, ore 21.00 – art. 4
Carpi – Teatro comunale
Sloi Machine
spettacolo di teatro civile della Compagnia ArditoDesìo di Trento
Con Andrea Brunello, regia di Michela Marelli, Progetto di Andrea Brunello, Musiche originali di Carlo Casillo, Progetto scenico di Andrea Violato, disegno luci di Alessandro Bigatti, Testo di Michela Marelli e Andrea Brunello
La storia raccontata di come la morte stava per fare jackpot alla SLOI, la fabbrica di PB4 a Trento, trasformandola definitivamente in macchina mortale. Un’avventura umana semplice, raccontata senza fronzoli

Venerdì 22 aprile, ore 21.00 – art. 11
Soliera – Nuovo Cinema Teatro Italia
Scemo di guerra
Spettacolo teatrale di e con Ascanio Celestini
Nel giorno della Liberazione di Roma un padre e un bambino avanzano contromano nella folla da Porta Pia verso il Quadraro: nel loro racconto i fatti salienti della guerra a Roma si mescolano al libero scorrere della fantasia narrativa. Lo spettacolo nasce da una storia vera raccontata all’autore dal padre, Gaetano Celestini detto Nino
Ingresso a pagamento

Martedì 26 aprile, ore 21.00 – art. 4
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Le parole del lavoro (Italia, 1997, 53’)
Proiezione del documentario di Giuseppe Lodi, realizzato in occasione del 90° anniversario della CGIL
Incontro con Veronica Marchesini, Alessandro Santini e Paolo Zironi, rappresentanti della CGIL. Conduce Federico Baracchi
Attraverso testimonianze di esponenti e attivisti del Sindacato, appartenenti a diverse generazioni, l’opera di Giuseppe Lodi ripercorre la storia della Camera del Lavoro carpigiana dai suoi albori fino agli anni 90’ evidenziandone lo sviluppo, la continuità dei principali elementi fondativi, ma anche le inevitabili trasformazioni dovute al mutare dei tempi. A fare da contrappunto alle testimonianze, un variegato materiale di repertorio, tra filmati e fotografie

Mercoledì 27 aprile, ore 21.00 – art. 4
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
La malattia dell’Occidente. Perché il lavoro non vale più
Presentazione del libro e incontro con l’autore Marco Panara
Conduce Antonio Ramenghi, direttore della Gazzetta di Modena
Introduce Marcello Marchesini
Il lavoro nel mondo occidentale vale sempre meno. La tecnologia che consente alle macchine di sostituire il lavoro umano in molte attività e la globalizzazione che spinge al trasferimento di industrie verso paesi dove il costo del lavoro è più basso lo hanno ridotto a una merce soggetta alle leggi di mercato. Le giovani generazioni si trovano a pagare il prezzo più alto di fronte a una crescente precarietà e a una progressiva riduzione delle garanzie dello stato sociale. E’ in gioco la qualità stessa della democrazia messa in crisi dal prevalere degli interessi individuali rispetto al bene comune. Questi temi sono stati analizzati da Marco Panara nel suo saggio “La malattia dell’Occidente. Perchè il lavoro non vale più” (Laterza, 2010) best-seller di vendite e al centro di un vivace dibattito sui media

Domenica 1° maggio, ore 21.00 – art. 1
Soliera – Nuovo Cinema Teatro Italia
Niente Paura (Italia, 2010, 85’)
Proiezione film documentario di Piergiorgio Gay con Luciano Ligabue
La Costituzione, gli immigrati, i temi etici, il terrorismo, la Stazione di Bologna, la mafia, l’irruzione alla scuola Diaz, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la nazionale di calcio, l’importanza della cultura, la necessità di partecipare… Ah, e le canzoni di Luciano Ligabue…tutto questo in un documentario atipico in cui si ragiona sulla memoria e sul modo di trasmetterla alle giovani generazioni

Lunedì 2 maggio, ore 21.00 – art. 9
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Le quattro volte (Italia, 2010, 88’)
Proiezione in pellicola del film di Michelangelo Frammartino
Presentazione di Nico Guidetti e incontro con Stefano Covezzi, insegnante di laboratorio di tecnologia all’ITIS Da Vinci e referente per l’educazione dei giovani al risparmio energetico
Un paese calabrese abbarbicato su alte colline da cui si scorge il mar Ionio in lontananza, un posto dove il tempo sembra essersi fermato, dove le pietre hanno il potere di cambiare gli eventi e le capre si soffermano a contemplare il cielo.
Qui vive i suoi ultimi giorni un vecchio pastore. È malato. Crede di trovare la medicina giusta nella polvere raccolta dal pavimento della chiesa, che beve sciolta nell’acqua ogni sera…
Una visione poetica sui cicli della vita e della natura, sulle tradizioni dimenticate di un luogo senza tempo. Un film di fantascienza senza effetti speciali, che accompagna lo spettatore in un mondo sconosciuto e magico, alla scoperta del segreto di quattro vite misteriosamente intrecciate l’una nell’altra

Martedì 3, 10 e 17 maggio, ore 21.00 – art. 3
Campogalliano – Biblioteca comunale
In viaggio verso la libertà
Ciclo di narrazioni a cura di Alessandro Rivola e Simone Maretti tratte da “Il racconto dell’isola sconosciuta” di José Saramago e da “Garibaldi” e “Viva Garibaldi” di Alexander Dumas
Un uomo chiede al Re una barca per cercare l’isola sconosciuta, un grande scrittore parte al seguito della spedizione dei Mille e ci racconta l’eroe dei due mondi, da lui definito «una leggenda vivente, il condottiero della libertà, il soldato dell’ indipendenza». Entrambi stanno per intraprendere il viaggio più lungo e difficile, quello alla scoperta di noi stessi, verso la libertà

Giovedì 5 maggio, ore 21.00 – art. 4
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Buone maniere per cattive carriere
Incontro con Gabriella Turnaturi, docente di Sociologia presso l’Università di Bologna
Conduce Marcello Marchesini
All’inizio del XX secolo si scoprì che la psicologia, l’attenzione alle emozioni potevano essere utilizzate per migliorare la produttività e abbassare la conflittualità nelle fabbriche e negli uffici. Oggi alla psicologia si affiancano le buone maniere, la valorizzazione della cortesia e delle gentilezza. Corsi di galateo per manager, segretarie e impiegati vengono offerti in moltissime aziende e molte facoltà di economia introducono nei loro piani di studio l’insegnamento delle buone maniere. Una nuova educazione emozionale e “sentimentale” si offre ai lavoratori, probabilmente nel tentativo di attenuare, con la cortesia, l’impatto della flessibilità, della precarietà del lavoro, dell’aumento della competizione e dell’aggressività

Sabato 7 maggio, ore 16.30 – art. 5
Carpi – Piazza Martiri
Viaggio in Italia
Percorso ludico su un grande puzzle dell’Italia, con prove, incidenti, tranelli e trabocchetti fino alla meta. A cura del Castello dei ragazzi/Ludoteca. Per bambini/e dai 7 anni
Un puzzle dell’Italia: colorato, gigante prende forma con l’aiuto di adulti e bambini nella Piazza di Carpi. Dovrete percorrerlo tutto da sud a nord da est a ovest, attraversare città, valli e montagne… Ma attenzione, prove, incidenti, tranelli e trabocchetti vi faranno tornare indietro.
La strada sarà lunga per arrivare alla meta!

Domenica 8 maggio, dalle ore 15.00 – art. 11
Carpi – Parco S. Pertini
SUB_URBAN writingontheblock
writers e musica indipendente per la pace

Lunedì 9 maggio, ore 21.00 – art. 10
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Indigeni della Repubblica (Italia, 2007, 50’)
Proiezione del film/documentario di Francesco Conversano e Nene Grignaffini
Presenta Nico Guidetti e incontro con Adil El Marouakhi, direttore Centro per lo sviluppo delle relazioni interculturali Mondoinsieme di Reggio Emilia
Documentario della serie “Europa l’Altra Storia”, realizzati dalla Movie Movie per Rai Educational. Uno speciale viaggio per indagare, senza ipocrisie, l’idea di integrazione europea.
Il prologo del film è l’arrivo a Ceuta, enclave spagnola nel Marocco del Nord, in un centro di accoglienza di immigrati. Qui soggiornano coloro, pochi fra le migliaia, che sono riusciti a superare le mille difficoltà di un viaggio per il quale hanno rischiato più volte la vita. Qui aspettano fiduciosi di poter partire per stabilirsi definitivamente in una nazione europea e costruire il loro futuro

Giovedì 12 maggio, ore 21.00 – art. 4
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Lavoro come gioco. Coltivare spazi di libertà
Incontro con Ermanno Bencivenga, docente di Filosofia presso l’Università di California di Irvine
Conduce Marcello Marchesini
Da sempre nella nostra tradizione il lavoro è stato visto come un’attività produttiva di oggetti a noi estranei cui asserviamo il nostro tempo e il nostro impegno. È possibile pensare al lavoro diversamente: come un’attività fine a se stessa, in cui si realizza il nostro potenziale e si manifestano e affinano le nostre capacità e conoscenze. Un lavoro che non si oppone al gioco e che anzi coincide con esso. Due nomi per uno stesso aspetto dell’attività umana: uno – lavoro – ne sottolinea la dignità; l’altro – gioco – la libertà

Sabato 14 maggio, ore 21,00 – art. 4
Novi di Modena – Sala civica “E. Ferraresi”
Con i piedi nell’acqua
Presentazione del libro di Manuela Rossi
A seguire Concerto delle Mondine di Novi

Domenica 15 maggio, dalle ore 15,00 – art. 11
Novi di Modena – Parco della Resistenza
SUB_URBAN writingontheblock
writers e musica indipendente per la pace

Giovedì 19 maggio, ore 10-18 – art. 9
Campogalliano – Oratorio San Rocco e Museo della Bilancia
Esporre la gravità. La scienza tra Museo ed Exhibit Design
Convegno in occasione della giornata internazionale dei musei ICOM, in collaborazione con il gruppo di ricerca AMR della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Parma
Le collezioni del Museo della Bilancia, grazie all’intervento di esperti di livello internazionale, diventano caso di studio per una riflessione ad ampio raggio sulle modalità di comunicazione ed esposizione al pubblico del patrimonio culturale, in equilibrio tra architettura e divulgazione scientifica.
Un importante momento di incontro e scambio tra cultura, ricerca e tutela del patrimonio

Mercoledì 25 maggio, ore 21.00 – art. 9
Carpi – Palazzo dei Pio, Sala delle Vedute
Paesaggio, Costituzione e cemento
Presentazione del libro e Incontro con l’autore Salvatore Settis
La qualità del paesaggio e dell’ambiente non è un lusso, è una necessità, è il miglior investimento sul nostro futuro. Non può essere svenduta a nessun prezzo. È necessario quindi un nuovo discorso sul paesaggio, che rimetta sul tappeto il tema del bene comune come fondamento della democrazia, della libertà, della legalità, dell’uguaglianza. Per rivendicare la priorità del pubblico interesse, i legami di solidarietà che sono il cuore e il lievito della nostra Costituzione
Salvatore Settis (Rosarno, 1941), è stato Visiting Professor in varie università europee e americane, Preside della Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa, Preside della Classe di Lettere alla Scuola Normale Superiore, Direttore della Normale dal 1999 al 2010. E’ stato inoltre direttore del Getty Research Institute for the History of Art and the Humanities di Los Angeles dal 1994 al 1999 ed è membro dell’European Research Council, agenzia europea per la ricerca. Dal 2006 al 2009 è stato Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal marzo 2010 è membro del Comitato di Esperti per la Politica della Ricerca presso il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. I suoi interessi di studio e di ricerca riguardano principalmente la storia dell’arte antica, la storia della tradizione classica e la storia dell’iconografia e dell’arte religiosa in Europa dal Medioevo al Seicento. Negli ultimi anni Salvatore Settis è stato protagonista in Italia di una battaglia contro la svendita del patrimonio culturale, avvenuta tramite articoli sui principali quotidiani e due pubblicazioni: Italia S.p.A. L’assalto al patrimonio culturale. Torino, Einaudi 2002; Battaglie senza eroi. I beni culturali tra istituzioni e profitto , Milano, Electa, 2005. Collabora a “La Repubblica” e “Il Sole-24 Ore”

Giovedì 26 maggio, ore 21.00 – art. 8
Carpi – Auditorium Biblioteca Multimediale A. Loria
Laicità e ruolo dello Stato nella valorizzazione del pluralismo religioso
Tavola rotonda con Brunetto Salvarani, Kalid Chaouki e Ilaria Vellani
Confronto sul pluralismo religioso in atto in Italia, per leggere con occhi nuovi i numeri costituzionali legati al rapporto stato/religioni
Brunetto Salvarani, Teologo, Nato a Carpi (MO). Da lungo tempo si occupa di dialogo ecumenico e interreligioso. Ha fondato la rivista di studi ebraico-cristiani “QOL”, che dirige tuttora, insieme alla rivista di educazione interculturale “CEM Mondialità”. Docente di Missiologia e Teologia del dialogo alla Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna di Bologna, è stato direttore della “Fondazione ex campo Fossoli” e vicepresidente dell’Associazione italiana degli “Amici di Nevè Shalom-Waahat as-Salaam”
Kalid Chaouki, 28 anni, nato a Casablanca (Marocco). Coordina la sezione giovanile del Centro Culturale Islamico di Reggio Emilia. Nel 2000 fonda insieme ad altri giovani l’Associazione Giovanile Islamica “Il Mediatore”, l’idea di un ponte mediatore tra la cultura islamica e l’occidente, tra i padri e i figli della nuova presenza islamica in Italia. Nel 2003 è stato eletto Presidente dell’associazione nazionale “Giovani Musulmani d’Italia”. Attualmente è responsabile immigrazione e seconde generazioni dei Giovani Democratici e dirige il portale di informazione sul mondo arabo-islamico italiano Minareti.it. Collabora inoltre con Resetdoc, l’Unità e il Riformista
Ilaria Vellani, 29 anni, nata a Carpi. Dal 2002 è Vicepresidente Nazionale di Azione Cattolica per il settore Giovani. Laureata in Filosofia presso l`Università degli Studi di Bologna, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filosofia presso l`Università degli Studi di Ferrara e coltiva gli studi teologici presso la Facoltà Teologica dell`Emilia Romagna. Si occupa di questioni etiche e politiche soprattutto nel pensiero contemporaneo. In particolare le sue ricerche si muovono intorno alla riflessione attuale sulla democrazia

Giugno – luglio – art. 3
Novi di Modena – Centro storico
Installazioni fotografiche su banner sulle comunità straniere nel territorio novese, in collaborazione con Marzia Lodi e Guido Conti

Giovedì 2 giugno, ore 21,00 – art. 12
Novi di Modena – Sala civica “E. Ferraresi”
Il tricolore e i simboli della nazione
mostra con gli elaborati del corso fotografico curato dal Fotoclub Novese in collaborazione con l’Università della Libera Età “Natalia Ginzburg” e Avis sezione di Novi

Domenica 5 giugno, ore 16.00 – art. 9
Carpi – Oasi “La Francesa”
…nel folto dell’Oasi
Visita guidata e animazioni liberamente tratte da “D’un tratto nel folto del bosco” di Amos Oz a cura di Circostrass. Nel corso della giornata saranno liberati stormi di Pettirossi

Martedì 14 giugno, ore 21.00 – art. 4
Soliera – ArtiviveFestival, Castello Campori, Sala Cerimonie
Disoccupati: la mancanza del lavoro mobilita l’uomo
Concorso di vignette satiriche “Arti Ridens

Mercoledì 15 giugno, ore 21.00 – art. 7
Carpi – Palazzo dei Pio, Cortile d’onore
Laicità, Scienza, Bioetica
Incontro con Maurizio Mori, Professore ordinario dell’Università di Torino e presidente della Consulta di Bioetica onlus

Venerdì 24 giugno, ore 21.30 – art. 6
Carpi – Piazza Garibaldi
La Ramà
Concerto del gruppo occitano in formazione acustica
La “Ramà” rappresenta una delle novità più interessanti della scena folk norditaliana degli ultimi anni. Il gruppo propone un repertorio che accosta suggestioni della tradizione occitana a composizioni proprie, il tutto miscelato in un concerto di grande intensità, ricco di suggestioni e di suoni raffinati.
I componenti del gruppo provengono principalmente dalla Valle Maira, una delle vallate occitane piemontesi, caratterizzate da una viva tradizione orale e musicale, legata a leggende e racconti tramandati in Lingua d’Òc. Il nome “Ramà” deriva da un termine, utilizzato correntemente in lingua occitana, che sta ad indicare un evento improvviso. Ai membri del gruppo piace collegare il nome “Ramà” ad un “colpo” improvviso di musica, una folgorazione artistica a cui è impossibile resistere.
La “Ramà” sono Simone Lombardo (ghironda, flauti e cornamuse), Erica Molineris (voce) e Dario Littera (chitarra)

Mercoledì 29 giugno, ore 20.00 – art. 3
Campogalliano – Parco TienAnMen
Metissage 2011
Un viaggio tra arte culinaria, cultura, danze, musica e folklore dei paesi del mondo

Venerdì 1° luglio, ore 21.30 – art. 6
Carpi – Piazza Garibaldi
FLK
Concerto del gruppo friulano in formazione ridotta (chitarra, basso, percussioni e voce)
Flk, orgogliosi di essere friulani affondano forti radici nell’Europa dell’Est, testi in lingua friulana fra musica folk, ballate magiare e canti dell’ex Jugoslavia. Cantano soltanto in dialetto ma suonano una lingua che chiunque è in grado di comprendere, musica che attinge alla memoria popolare, melodie e strumenti.
Dicono di se stessi:
“Non abbiamo giustificazioni per cantare in friulano. Da mille anni la nostra gente parla questa lingua. Non lo facciamo per non essere capiti. Lo facciamo perché siamo diversi. Perché tutti sono diversi da ognuno – insostituibili. La diversità non è una moda. E’ un pensiero. L’essere stesso degli uomini. Potremmo cantare in un’altra lingua. Ma non saremmo più gli stessi.
Gli FLK sono Cristina Mauro (vôs), Stefano Montello (ghitare e corus), Flavio Zanier (bas e corus), Loris Luise (percussions e corus)

Venerdì 8 luglio, ore 21.30 – art. 6
Carpi – Piazza Garibaldi
Proiezione di documentari dal Babel Film Festival di Cagliari
Presenta Federico Baracchi

E neser (Italia, 2010, arbereshe, subt. eng., 29’)
Proiezione del film/documentario di Riccardo Bruni, Daniela Giammarino sulla comunità albanese del Molise
Chi sono gli Arbëresh? Minoranze linguistiche “sparse” nel corso dei secoli lungo tutta l’Italia Meridionale, in fuga dalle terribili invasioni turche nei balcani e portatori di una cultura lontana, di difficile collocazione all’interno di un sistema chiuso e fortemente radicato come il nostro. E nesër – E domani? Questa è la domanda che si pongono i protagonisti. Nei loro canti, nei racconti e nelle tradizioni tramandate oralmente, emerge un costante richiamo alla patria di origine. Una sorta di sehnsucht che fortifica il loro senso di appartenenza, di comunanza e solidarietà culturale, che dimostrano portando avanti l’ultimo baluardo della loro esistenza: una lingua ancora viva, che difendono orgogliosamente e cercano di preservare a tutti i costi dal baratro del dimenticatoio con l’unico mezzo che hanno a disposizione: la parola

I Walser della Valle d’Aosta (Italia, 2010, titsch, töitschu, subt.ita. 45’)
Proiezione del film/documentario di Cristina Fino
Affascinante indagine etno-linguistica sulle comunità walser di Issime, Gressoney Saint-Jean e La Trinité, con approfondimenti in lingua italiana e testimonianze in titsch per Gressoney e töitschu per Issime. Un intero anno di riprese e di interviste permette di documentare i caratteri della minoranza walser della Valle d’Aosta, dalla storia leggendaria che vide un popolo cavalcare il Monte Rosa, alla straordinaria architettura del legno e della pietra, alla religiosità e ai costumi che, pur contrastati dal fenomeno turistico e dai mutamenti del tessuto sociale, confermano vitalità, forza e valori altrove scomparsi

Sabato 9 luglio, ore 21.30 – art. 11
Carpi – Palazzo dei Pio, Cortile d’onore
Stupidorisiko
Una geografia di pace
Spettacolo teatrale di Patrizia Pasqui, con Mario Spallino
Fondazione Emergency
Una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Il racconto, partendo dalla Prima Guerra Mondiale, arriva alle guerre dei giorni nostri, attraverso episodi – tutti storicamente documentati – emblematici della stupidità della guerra

Giovedì 21 luglio, ore 21.00 – art. 12
Campogalliano, Oratorio San Rocco, Piazza Castello
Lampade tricolori, opere di Carlo Baldessari
Inaugurazione della mostra con concerto musicale e rinfresco offerto ai partecipanti
La mostra rimarrà aperta fino a martedì 26 durante la Fiera di Luglio
Orari di apertura: dalle 20.00 alle 24.00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here