Digitale terrestre: non abbandonate le tv vecchie

0
440

Proprio in queste settimane si sta verificando nell’area di Carpi e di Mirandola, così come in tutta l’Emilia Romagna, il passaggio delle trasmissioni tv dal sistema analogico al digitale terrestre rendendo in questo modo obsoleti tanti televisori che, se non dotati di scheda incorporata, dovranno essere attrezzati col decoder oppure saranno avviati alla rottamazione.
AIMAG invita perciò tutti i cittadini che vogliono dismettere le televisioni – così come altre eventuali apparecchiature elettriche ed elettroniche – non più utilizzabili a recarsi presso i centri di raccolta (ex stazioni ecologiche) dove queste tipologie di rifiuti potranno essere correttamente gestite e avviate alla filiera del recupero. Nel territorio degli undici comuni gestiti da AIMAG per i servizi ambientali sono presenti 18 centri di raccolta in cui poter consegnare queste apparecchiature: gli indirizzi e gli orari sono disponibili sul sito aziendale (www.aimag.it) o chiamando il Numero Verde 800-018405. Si ricorda inoltre che questa tipologia di rifiuti permette l’assegnazione di punteggi significativi per chi aderisce all’iniziativa dello sconto in tariffa nei centri di raccolta.
Per casi particolari è possibile richiedere il servizio gratuito di ritiro a domicilio, facendone richiesta al Numero Verde 800-018405.
AIMAG ritiene particolarmente rilevante che queste tipologie di rifiuti vengano portate presso i centri di raccolta in quanto sono materiali che vanno raccolti e trattati con attenzione per impedire che nell’ambiente si diffondano sostanze nocive e componenti pericolose e anche per poter recuperare i materiali di cui sono composte. Tred Carpi, che si trova a Fossoli, è la società del Gruppo AIMAG che si occupa della filiera del recupero di questi rifiuti, e nel 2009 ha trattato e recuperato oltre 1.000 tonnellate di televisori e affini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here