Via Remesina a senso unico?

0
148

Lo scorso 8 ottobre via Remesina Esterna, all’altezza dell’incrocio con via Sant’Antonio, è stata riaperta al traffico dopo dieci giorni di “verifiche tecniche sulle condizioni e sulla tenuta del manto stradale e per esaminare le caratteristiche della circolazione”. Verifiche che hanno comportato numerosi disagi ai residenti che dovevano recarsi verso Carpi e che hanno più il sapore di una prova generale. Il tratto stradale diventerà forse a senso unico? Di fronte a tale evenienza, i fossolesi preoccupati, si sono mobilitati immediatamente, raccogliendo le firme per una petizione e chiedendo udienza a Palazzo Scacchetti.“Siamo allarmati – spiegano i residenti – circa la ventilata intenzione dell’Amministrazione di rendere questo tratto di strada – in uscita da Carpi, in direzione nord della città – a senso unico. Su entrambi i lati della strada vi sono terreni coltivati anche mediante l’ausilio di macchinari e i contadini per effettuare i lavori e poter rientrare in sede hanno la necessità di utilizzare via Remesina nei due sensi di marcia. Trattandosi di operatori residenti all’interno del tratto di strada interessato è evidente che per loro non sarebbe oggettivamente utilizzabile nessuna delle strade alternative suggerite da un’eventuale viabilità a senso unico”. Ma questa non è l’unica difficoltà paventata dai fossolesi: “Considerata l’attuale disposizione dei cassonetti per la raccolta rifiuti, qualora venisse istituto il senso unico, si costringerebbero i residenti a percorrere fino a 800 metri per conferire la spazzatura, oltre ai 4-5 chilometri del tragitto alternativo sulla Bretella”. Soluzione che, presupponendo l’utilizzo dell’auto, soprattutto durante la stagione invernale, appare chiaramente inaccettabile. Vi sono poi “numerose famiglie composte da persone anziane che necessitano di visite frequenti da parte di figli e parenti residenti a nord e a sud di Carpi; visite che verrebbero penalizzate da un eventuale impedimento alla circolazione”. E’ altresì vero che via Remesina è interessata da un intenso flusso veicolare; consci di ciò, i residenti si augurano che il Comune di Carpi intervenga prontamente per alleggerirne il carico, “prendendo in considerazione soluzioni alternative al “Senso unico” o alla chiusura totale del tratto di strada che, se da un lato risolverebbe alcuni dei problemi relativi al forte traffico veicolare dall’altro ci porrebbe in una deprecabile situazione di isolamento dal centro cittadino”. E se alleggerire il traffico in entrata sul tratto Remesina è prioritario per garantire sicurezza alle fasce deboli della strada e garantire maggiore vivibilità a coloro che vivono in prossimità dell’arteria è altrettanto importante salvaguardarne la libertà di movimento, senza compromettere le attività economiche che vi sorgono.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here