Via Bersana senza tutela del paesaggio e senza pace

Sta di fatto che, nel bel mezzo di uno dei contesti di paesaggio più pregevoli del nostro territorio, c’è un cantiere abbandonato con tanto di gru che, mestamente, svetta nel verde

0
1311

In via Bersana a Santa Croce di Carpi è fermo il cantiere per la realizzazione delle nuove villette a schiera. Chi si interrogava sulla motivazione ha trovato la risposta nel comunicato di Cgil, Cisl e Uil: gli operai della Cooperativa Muratori di Soliera, a cui è affidato il cantiere, sono a regime ridotto di lavoro, senza una prospettiva di ripresa. Secondo i sindacati, “le difficoltà finanziarie e di liquidità, dovute al rimbalzo in alto dei prezzi dei materiali nell’ultimo biennio, sembrano essere il motivo della crisi ma sono indiscrezioni, in quanto i vertici della cooperativa si sono fatti sempre più impermeabili e un vero confronto con il sindacato sulla situazione di crisi non c’è mai stato”.

Sta di fatto che, nel bel mezzo di uno dei contesti di paesaggio più pregevoli del nostro territorio, c’è un cantiere abbandonato con tanto di gru che, mestamente, svetta nel verde: su via Bersana si affaccia il grande parco di proprietà della Fondazione Cassa di Riparmio di Carpi, accanto all’altro parco tutelato di Villa Benassi e ci sono querce secolari a fare ombra a chi passeggia lungo il percorso della salute. Insomma, questa è una delle zone più belle di Carpi dove passeggiare immersi nella salute e la mano dell’uomo è riuscita a rovinarla.

La battaglia di chi avrebbe voluto tutelare questo paesaggio, documentata su Tempo,  è stata persa quando nel dicembre scorso erano iniziati i lavori: gli appelli alla Soprintendenza, affinché richiedesse approfondimenti, e al Comune di Carpi erano caduti nel vuoto e la proprietà aveva tirato dritto, legittimata a farlo perché il Comune aveva già concesso l’autorizzazione all’intervento di edilizia privata. Erano stati demoliti gli edifici rurali, compresi l’antico caseificio in disuso della fine Ottocento-inizi Novecento e l’abitazione riconducibile allo stesso periodo, per iniziare a costruire le sette villette a schiera di cui sono state completate poco più delle fondamenta.

E ora? Per quanto tempo svetterà quella gru nel paesaggio di via Bersana?

Sara Gelli