In via Bramante le auto sfrecciano a tutta velocità: è ora di darci un taglio!

“Sono seriamente preoccupata per la sicurezza delle persone che, dopo aver parcheggiato l’auto, si apprestano ad attraversare la strada. Se non si sta molto attenti si rischia di essere travolti dai mezzi con le conseguenze che tutti possono facilmente immaginare. Diverse mie clienti mi hanno fatto presente questa criticità, che si somma allo stato pietoso della strada con buche profonde e asfalto dissestato” denuncia Barbara Testi, estetista che ha la sua attività in via Bramante, 6.

0
1006

Vedendola così, piena di buche e piuttosto stretta, non diresti mai che le auto la possano percorrere a tutta velocità, anche perché su un lato ci sono case e attività e sull’altro un parcheggio. Invece è sufficiente attendere il verde al semaforo della tangenziale Bruno Losi, all’incrocio con via Magazzeno, per essere immediatamente smentita: le auto, ma anche i furgoni, la imboccano “a manetta” mettendo seriamente a rischio la sicurezza soprattutto degli utenti deboli della strada, ciclisti e pedoni.

Barbara Testi

A sollevare il problema è Barbara Testi, estetista che ha la sua attività Estetica B. proprio in via Bramante, 6: “Sono seriamente preoccupata per la sicurezza delle persone che, dopo aver parcheggiato l’auto, si apprestano ad attraversare la strada. Se non si sta molto attenti si rischia di essere travolti dai mezzi con le conseguenze che tutti possono facilmente immaginare. Diverse mie clienti mi hanno fatto presente questa criticità, che si somma allo stato pietoso della strada con buche profonde e asfalto dissestato. Proprio per evitare, come spesso purtroppo succede, di intervenire dopo la tragedia, nel marzo dello scorso anno ho mandato due mail agli uffici comunali per sottoporre il problema a chi di dovere. L’unico risultato ottenuto è che hanno mandato alcuni operai a riempire le buche con del catrame, sbriciolatosi dopo pochi giorni. Tutto qui. Sono amareggiata perché sono convinta che la sicurezza stradale debba essere garantita e non sia possibile, a fronte di una segnalazione specifica, far finta di niente. All’inizio della via si potrebbe installare un dosso, o comunque un rallentatore, che impedisca ai mezzi in transito di imboccarla a velocità sostenuta”.

Poco più avanti rispetto all’attività di Barbara Testi un dosso c’è, o meglio c’era. Ora ne rimangono solo alcuni pezzi che anziché contribuire a migliorare la sicurezza della strada, rischiano di rappresentare un ulteriore pericolo. Anche via Bramante va così ad aggiungersi alle numerose strade che a Carpi necessitano di manutenzione urgente perché in gioco c’è l’incolumità delle persone.

Federica Boccaletti