Il Parco della Cappuccina ospita due arnie

Sono state inaugurate questa mattina, 1° giugno, le due Arnie Didattiche presso il Parco della Cappuccina. “Il nostro prossimo obiettivo – ha annunciato il presidente del Circolo Legambiente Terre d’Argine, Mario Poltronieri – è quello di poter installare un altro apiario anche nel Parco SantaCroce pertanto lo proporremo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, proprietaria dell’area”.

0
448

Sono state inaugurate questa mattina, 1° giugno, le due Arnie Didattiche presso il Parco della Cappuccina. L’obiettivo del progetto della Consulta Ambiente e Territorio e realizzato da Legambiente Terre d’Argine è quello di favorire la “salvaguardia e lo sviluppo degli insetti impollinatori e in particolare delle api, che rischiano di scomparire a causa della monocoltura agricola, dell’eliminazione delle siepi, della distruzione degli habitat e dell’uso dei fitofarmaci. Le api domestiche così come quelle selvatiche – ha spiegato il presidente del Circolo Legambiente Terre d’Argine, Mario Poltronieri – sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali sul pianeta e garantiscono il 35% della produzione globale di cibo. Per questo è fondamentale favorire l’insediamento di nuove colonie di api e ripristinare i loro habitat naturali, come si tenta di fare qui, al Parco della Cappuccina. Il nostro prossimo obiettivo – ha annunciato – è quello di poter installare un altro apiario anche nel Parco SantaCroce pertanto lo proporremo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, proprietaria dell’area”.

 

Durante l’evento si è poi tenuto un laboratorio creativo con la cera a cura del Centro per l’educazione alla sostenibilità (CEAS) delle Terre d’Argine e a ogni partecipante è stato dato in omaggio un vasetto di miele. “Ogni anno lavoriamo accanto a bambini e ragazzi dalla scuola d’infanzia sino alle superiori – ha aggiunto Bianca Magnani del Ceas – con l’obiettivo di sensibilizzarli ai temi del rispetto dell’ambiente. La nostra speranza è quella di seminare qualcosa di buono nelle giovani generazioni affinchè il futuro possa essere migliore”. Di fronte a tanti genitori coi loro bambini ha poi preso la parola il sindaco Alberto Bellelli: “il Parco della Cappuccina è vicino alle scuole, il nostro auspicio è che questo luogo possa diventare sempre più frequentato dai giovanissimi per godere della bellezza della natura e del trascorrere il proprio tempo all’aria aperta”. E dopo le parole, a piccoli gruppi, i partecipanti all’iniziativa hanno seguito l’apicoltore Andrea Alabardi per immergersi nell’affascinante mondo delle api e vedere da vicino le arnie.

J.B.