Sul palco del Comunale la pianista non vedente Frida Bollani Magoni e la Compagnia di danza EgoMuto

Saranno la musica, il canto e la danza a rendere speciale ed esclusivo il prossimo evento del Festival delle abilità differenti che si terrà nella splendida cornice del Teatro Comunale di Carpi, alle ore 21 di giovedì 30 maggio, dal titolo Call of beauty, la chiamata della bellezza.

0
315
Compagnia di danza EgoMuto

Saranno la musica, il canto e la danza a rendere speciale ed esclusivo il prossimo evento del Festival delle abilità differenti che si terrà nella splendida cornice del Teatro Comunale di Carpi, alle ore 21 di giovedì 30 maggio, dal titolo Call of beauty, la chiamata della bellezza. “Cosa risuona nell’anima dell’artista quando la bellezza irrompe e impone la necessità del gesto creativo?”. A rispondere a questa suggestiva domanda saranno il talento della giovanissima pianista e cantante Frida Bollani Magoni e la versatilità della Compagnia di danza EgoMuto, in un percorso dedicato alla chiamata della bellezza.

Frida Bollani Magoni, 19 anni e un talento fuori dal comune, figlia del pianista e compositore Stefano Bollani e della cantante e attrice Petra Magoni, è cieca fin dalla nascita, inizia a studiare regolarmente pianoforte classico all’età di 7 anni imparando la notazione musicale in Braille. Grazie a questa sua disabilità, sviluppa in modo raffinatissimo il senso dell’udito e una straordinaria capacità di incantare il pubblico con la sua voce e il suo pianoforte. Varie le esibizioni artistiche in cui accompagna importanti artisti come  il ballerino Roberto Bolle in “L’Opera Meravigliosa. Roberto Bolle per il Duomo di Milano”. Nell’estate del 2022 parte da Londra un lungo tour passando da Parigi fino a Napoli ed esce con “PRIMO TOUR”, il suo primo album.
Nel 2023 è ospite della nuova stagione di “Dilemmi”, il programma ideato e condotto dallo scrittore Gianrico Carofiglio e, nella serata di apertura della rassegna Piano City a Milano,  è protagonista insieme a Paolo Jannacci, di un incredibile concerto al pianoforte a quattro mani.

Frida Bollani Magoni

EgoMuto, è la Compagnia di danza contemporanea guidata dalla danzatrice e coreografa senese, Irene Stracciati, composta da ballerini diversamente abili, nata nel 2017 nei laboratori di Manolibera della Nazareno Cooperativa Sociale. Da subito, questa attività, si è qualificata come un’azione sperimentale, raffinata e originale in quanto, il lavoro coreografico si nutre del continuo coinvolgimento dei danzatori nel creare e perfezionare i brani, arricchendosi così di imprevedibili sfumature artistiche e di toccante umanità. La compagnia Ego Muto si è esibita sia in Italia che in importanti teatri all’estero.

L’ingresso è a pagamento previo prenotazione. Biglietto intero 15 euro, biglietto ridotto 10 euro (10-16 anni, over 65 e accompagnatori di persone con disabilità), ingresso gratuito per persone con disabilità e under 10. È possibile prenotare all’indirizzo mail: info@festivalinternazionaleabilitadifferenti.it indicando nome, cognome, e numero di telefono per essere ricontattati. I biglietti si possono acquistare anche presso il Teatro Comunale di Carpi a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.