I guerrieri di Shaolin Kungfu di casa nostra si fanno valere a Perugia

Il 18 e 19 maggio si è svolta a Perugia la gara mondiale World C.K.A. organizzata da Italy C.K.A. L'insegnante Riccardo Montorsi ha portato 25 atleti della Shaolin Quan Fa Modena ASD e del Dojo Aikido Carpi, le due sedi dove insegna. Una squadra di guerrieri e guerriere dai 6 ai 56 anni hanno gareggiato nella categoria Shaolin Mano Nuda, Arma Corta, Arma Lunga, Stili Imitativi e Taiji.

0
3119

Il 18 e 19 maggio si è svolta a Perugia la gara mondiale World C.K.A. organizzata da Italy C.K.A. L’insegnante Riccardo Montorsi ha portato 25 atleti della Shaolin Quan Fa Modena ASD  e del Dojo Aikido Carpi, le due sedi dove insegna. Una squadra di guerrieri e guerriere dai 6 ai 56 anni hanno gareggiato nella categoria Shaolin Mano Nuda, Arma Corta, Arma Lunga,  Stili Imitativi e Taiji. Hanno dovuto rinunciare all’ultimo alla competizione  due atleti causa infortunio, ma presenti comunque in gara per dare sostegno al gruppo, insieme ai genitori di tutti gli atleti. Riccardo Montorsi ha conquistato il bronzo nella sciabola.

Negli stili imitativi con la forma della tigre, peculiarità della scuola, conquistano l’oro Davide Biancu, Valentina Franchini e Rebecca Fabbri, argento Pio Giampiero D’Agostino; bronzo Lorenzo Boni, Francesco Aguzzoli e Mirko Magnoni, quarto posto Riccardo Carini e Simone Malagoli. Nella categoria mano nuda: argento Simone Manfredini bimbo di 6 anni, il più piccolo della squadra, e Davide Biancu. Quarto posto Riccardo Carini ed Enea Panebianco. Quinto posto Pio Giampiero D’Agostino. Sesto posto Lorenzo Tibollo e Mattia Verrini. Nono Lorenzo Boni, decimo Riku CarreriAndrea Cighetti ha preso parte alla manifestazione nonostante un piccolo infortunio al ginocchio, guidando la squadra coi comandi nella Forma di Gruppo, alla quale partecipano tutti gli atleti insieme, dal più piccino al più grande. Vincenzo Vaccari ha portato ta a casa il bronzo con la forma Taiji 24 Yang. Si sono fatti valere anche Lucio Serpagli, Riccardo Vaccari, Alessandro Gamberini, Christian Mercurio, Franco Macis, Eita Federico Nakamura, Valentina Colombo e grazie a Marco Fava e Matteo  Milanesi per il supporto ai compagni.

“Desidero complimentarmi con tutto il nostro gruppo – spiega l’insegnante Riccardo Montorsi – perché, nonostante alcuni verdetti discutibili, hanno portato alto l’onore di una disciplina antica come lo Shaolin Kungfu. Ringrazio molto gli organizzatori dell’evento per la disponibilità e il lavoro svolto, non facile per una competizione di tale livello. Non dimentichiamo i genitori, senza il loro supporto e sostegno non saremmo qua”.