Lo United tiene testa all’Arcetana ma a San Marino vincono i reggiani

Lo United non riesce quindi ad agguantare il pareggio, con la contesa che si chiude sul 1-2 in favore dell'Arcetana.

0
243
Foto di Veronica Albera

Nella penultima giornata di campionato lo United Carpi saluta il pubblico di San Marino nel big match contro l’Arcetana, voglioso di rifarsi dalla sconfitta patita in quel di Viano. Mister Borghi concede l’esordio dal 1′ al portiere classe ’05 Guzzinati, proveniente dalla Juniores, mentre in mezzo al campo torna titolare Teocoli.

Avvio di gara senza particolari emozioni. Al 10′ Garlappi si avventa su un pallone vagante ma conclude largo, mentre al quarto d’ora Animah Barbari insacca venendo colto però in offside. Al minuto 25 la gara si sblocca con un episodio controverso. Animah Barbari raccoglie un rimpallo in area mentre l’assistente segnala il fuorigioco, ma il direttore di gara Bella fa proseguire, con la difesa bluceleste disorientata e bucata dal diagonale del centravanti reggiano. Seguono attimi confusi, col direttore che prima alza il braccio in segno di offside, poi indica il centrocampo: dopo un piccolo confronto con il guardalinee la rete dello 0-1 è convalidata. Trascorrono appena pochi istanti e lo United ha la palla del pareggio con Assouan, che si invola a tu per tu con Giaroli ma è fermato dal portiere reggiano. E dopo aver sventato il pericolo l’Arcetana raddoppia: da angolo la spizzata di un giocatore biancoverde si infrange sul palo, respinta raccolta ancora da Animah Barbari che deposita in rete lo 0-2. Lo United però è in partita e lo dimostra fin da subito. Ceci prova il tiro da fuori senza trovare lo specchio, poi Garlappi da corner gira di testa mandando di poco a lato. Al 46′ l’insistenza dei blucelesti è premiata: uno-due tra Ceci e Assouan, col difensore bluceleste che sfonda a sinistra e crossa per Jocic, colpo di testa a incrociare e Giaroli battuto per l’1-2.

L’occasione migliore della ripresa per lo United arriva al 49′, a pochi minuti dal rientro in campo. Da calcio d’angolo un cross basso attraversa tutta l’area ospite, Bulgarelli manca la deviazione vincente di un nulla. Per il resto nella seconda frazione sono poche le occasioni degne di nota. I carpigiani occupano per diversi minuti la metà campo avversaria, mettendo numerosi palloni in area che non si traducono in nitide occasioni da gol. Per gli ospiti Animah Barbari prova un paio di conclusioni dalla distanza, Guzzinati controlla senza patemi. Borghi tenta di cambiare l’inerzia del match con gli ingressi di Mariconda e Chakir, ma la difesa dell’Arcetana non si scompone, confermandosi come retroguardia meno battuta del campionato. Lo United non riesce quindi ad agguantare il pareggio, con la contesa che si chiude sul 1-2 in favore dei reggiani.