Licenziano il Principe Azzurro e vincono il primo premio. Inarrestabili le Focherini

Primo premio per la squadra della Scuola O. Focherini di Carpi che al contest interregionale che si è tenuto a Parma l’8 e il 9 aprile, ha vinto il primo premio nella propria categoria, con il trailer Principesse ribelli e principi disoccupati. La squadra accede così alla fase finale del Contest, che si terrà a Lucca il 29 e il 30 maggio prossimi.

0
1860

Un altro importante riconoscimento per la Scuola secondaria O. Focherini che, lo scorso 9 aprile, ha vinto il premio per il miglior audio al contest interregionale Digital Changemaking Camp di Parma.
La scuola, e in particolare la classe 3C, aveva superato la prima fase con il progetto A scuola di Odoardo, un podcast di 5 episodi sulla vita di Odoardo Focherini al quale l’istituto è dedicato. Il prodotto aveva ottenuto il terzo posto nella categoria audio per le scuole secondarie di I grado e la classe aveva così conquistato l’accesso alle semifinali: un camp di due giorni, 8-9 aprile, presso la sede di Casco Learning, un importante istituto di formazione, a Parma.


Al Camp hanno partecipato cinque studenti della classe selezionata: Andrea Ballocchi, Giulia Pancaldi, Alessandro Reggiani, Sara Spinardi e Giulia Terzuolo. Accantonato il prodotto iniziale che li aveva fatti accedere alla finale, la squadra ha dovuto lavorare su un prodotto nuovo. La consegna: produrre uno spot audio di al massimo 60 secondi su una tematica relativa agli stereotipi, alla parità o alla violenza di genere. I ragazzi, supportati dalla professoressa Eleonora Salomone, hanno così messo in pratica tutte le loro competenze, effettuando ricerche, confrontandosi, avanzando proposte di vario genere per poi giungere, alla fine dei due giorni, ad elaborare il prodotto finale che gli è valso il primo premio. Principesse ribelli e principi disoccupati, questo il titolo del prodotto: il trailer di un fantomatico podcast in cui i ragazzi revisionerebbero le fiabe tradizionali, licenziando di fatto il Principe Azzurro. Il trailer è stato realizzato completamente dai ragazzi che hanno curato la stesura del testo, la registrazione e il montaggio. “Un lavoro tecnicamente molto valido. Avete utilizzato, nel nostro lavoro, la leggerezza dell’ironia che è un’arma potentissima”, ha commentato il presidente della giuria che ha poi consegnato ai ragazzi il primo premio.


La squadra accede così alla fase finale del Contest, che si terrà a Lucca il 29 e il 30 maggio prossimi. In quell’occasione, i ragazzi non lavoreranno più come un team unico, ma verranno separati e inseriti in squadre diverse, affinché sperimentino l’importanza della condivisione in larga scala. “È stata un’esperienza entusiasmante – commenta la professoressa Salomone – i ragazzi hanno lavorato con grande passione. Hanno saputo confrontarsi con maturità e trovare l’equilibrio giusto fra le proposte avanzate. Hanno dimostrato grandi competenze e quella voglia di mettersi in gioco che non è più così scontata per i ragazzi della loro età. Grazie ai genitori per la pazienza e alla dirigente che ci ha consentito di partecipare. Il camp di Lucca sarà un banco di prova importante e un’esperienza emozionante. I ragazzi non vedono l’ora”.

Per ascoltare il trailer https://www.spreaker.com/episode/trailer–59364365