Le Magic G della Compagnia Arcieri Re Astolfo conquistano ancora il titolo italiano a squadre

Domenica 27 agosto si sono conclusi a Seravezza (LU) i Campionati Italiani 2023 di tiro alla targa, che hanno visto confrontarsi in quattro giorni circa 840 arcieri di varie società. Anche in questa edizione le ragazze della Compagnia Arcieri Re Astolfo Carpi, già qualificate di diritto in quanto detentrici del titolo italiano targa a squadre 2022, hanno confermato la loro superiorità nella competizione, riportando a Carpi il titolo di Campionesse italiane della loro categoria.

0
803
Da sinistra Giorgia Travasoni, Ginevra Nicolosi e Giada Dallari

Domenica 27 agosto si sono conclusi a Seravezza (LU) i Campionati Italiani 2023 di tiro alla targa, che hanno visto confrontarsi in quattro giorni circa 840 arcieri di varie società. Anche in questa edizione dei Campionati, le ragazze della Compagnia Arcieri Re Astolfo Carpi, già qualificate di diritto in quanto detentrici del titolo italiano targa a squadre 2022, hanno confermato la loro superiorità nella competizione, riportando a Carpi il titolo di Campionesse italiane della loro categoria.

Nella gara svoltasi giovedì 24 agosto, nonostante un clima torrido che ha messo a dura prova i partecipanti, Giada Dallari, Ginevra Nicolosi e Giorgia Travasoni, soprannominate Magic G, dopo un inizio gara in salita si sono riprese con l’avanzare della competizione.

Giada conclude con un buon dodicesimo posto, in linea con i suoi punteggi attuali. Lineare la prestazione di Ginevra che con la sua buona condotta di gara porta un contributo fondamentale alla squadra. Si ferma invece ad un passo dal podio Giorgia chiudendo con un buon quarto posto ad un solo punto di differenza dalla terza posizione.

Con la riconferma del titolo italiano, le Magic G si portano quindi a quota 3 in due anni (Campionati italiani targa 2022, indoor 2023 e targa 2023).

Nella stessa rassegna la Compagnia arcieri Re Astolfo ha inoltre schierato nella categoria Arco olimpico, master maschile anche l’arciere Cristiano Malavasi, purtroppo per lui una prestazione sottotono che non ha rispecchiato le sue reali possibilità in quanto arciere di grande esperienza lo relega solamente al 34° (trentaquattresimo) posto. 

Grande la soddisfazione da parte dello staff tecnico e dirigenziale che desidera rivolgere un ringraziamento a tutti gli atleti che con il loro impegno hanno contribuito a tenere alto il nome degli Arcieri Re Astolfo a livello nazionale.