“Sono la prima donna a ricevere questo premio, spero sia solo l’inizio”

Liliana Cavani ha ritirato il premio alla carriera dalle mani della 'sua' Charlotte Rampling, indimenticabile protagonista del Portiere di notte, pellicola del 1974. La regista carpigiana, 90 anni, è la prima donna a ricevere l'ambito riconoscimento.

0
1179

E’ stata l’attrice britannica Charlotte Rampling, indimenticabile protagonista de Il portiere di notte, pellicola del 1974 di Liliana Cavani, a tenere la laudatio della regina carpigiana, Leone d’Oro alla carriera, alla cerimonia di consegna del premio, ieri, mercoledì 30 agosto, nella Sala Grande del Palazzo del Cinema, in occasione della serata inaugurale dell’80. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. “Sono la prima donna a ricevere questo premio e non è del tutto giusto – ha dichiarato la Cavani – ci sono donne sceneggiatrici e registe che stanno lavorando, che lavorano bene al pari degli uomini, se guardiamo bene, se diamo loro la possibilità di essere viste, ecco credo che il festival dovrebbe considerare anche le donne. Mi auguro che il mio sia un inizio”. 

La regista ha poi raccontato di andare al cinema da quando aveva quattro anni grazie a una madre appassionata dei film di Bergman visti a Carpi, di L’oro di Napoli di Vittorio De Sica che, ha detto, “se mi chiedessero di salvare un solo film io salverei quel capolavoro eterno”. Un amore che continua a dimostrare portando a Venezia fuori concorso L’ordine del tempo, scritto con Paolo Costella: una storia corale liberamente ispirata all’omonimo saggio del fisico Carlo Rovelli.