Sale operatorie dell’ospedale di Carpi: lavori al blocco B

Durante le operazioni di sostituzione dell’unità di trattamento dell’aria che serve alcune sale del Ramazzini, l’attività programmata dell’Endoscopia Digestiva dell’Ausl troverà spazio al Santa Maria Bianca

0
1386

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di rinnovamento del blocco operatorio B dell’Ospedale Ramazzini di Carpi, con la sostituzione dell’unità di trattamento dell’aria (U.T.A.) a servizio di quattro sale operatorie e della centrale di sterilizzazione. Fino al termine delle operazioni, previsto per fine settembre circa, e tenuto conto della consueta riduzione dei volumi durante i mesi estivi in occasione delle ferie del personale, l’attività chirurgica sarà concentrata all’interno del blocco A.

Inoltre a settembre, grazie alla sinergia tra i due ospedali di area nord, l’attività programmata dell’Endoscopia Digestiva dell’Azienda USL di Modena diretta dal dottor Mauro Manno troverà spazio nel comparto operatorio dell’Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola, garantendo così la continuità dell’offerta endoscopica.

La collaborazione e la disponibilità delle équipe di sala operatoria e il prezioso lavoro organizzativo svolto dalle Direzioni sanitarie dei due ospedali hanno consentito così di contemperare le due esigenze: da un lato la necessità di provvedere all’ammodernamento delle sale operatorie, già oggetto di un restyling lo scorso anno con il rifacimento della pavimentazione, per offrire standard qualitativi ottimali; dall’altro l’impegno a mantenere adeguati livelli di attività chirurgica a vantaggio dei bisogni di salute dei cittadini del territorio.