Fiume Po in calo ma con volumi tipici di metà estate

Instabilità atmosferica con possibili precipitazioni e calo termico dal prossimo weekend.

0
464
L’acqua del mare che sale le barriere sul Po di Gnocca, in località Bacucco, nell’area veneta del Delta Ph - Celestino Ferro

Temperature sensibilmente superiori ai valori tipici del periodo, con punte di 37°- 39°C, si registrano ormai da dieci giorni in Pianura Padana con assenza di precipitazioni, ma per il prossimo weekend è atteso un ingresso di aria più fresca da nord con generale calo termico e ritorno dell’instabilità atmosferica, soprattutto sulle aree a nord del fiume Po.

Le sezioni principali del fiume Po negli ultimi giorni non hanno registrato variazioni significative dei valori di portata, che permangono prossimi a quelli tipici del periodo: la sezione di Piacenza registra valori prossimi a quelli di “Caratteristica di magra”, mentre le sezioni più a valle registrano valori pari o superiori a quelli di “magra ordinaria”; solo la sezione di Pontelagoscuro (Fe) registra valori inferiori a quelli di “magra ordinaria” ma superiori a quelli di “Caratteristica di magra”.

L’indice standardizzato delle portate calcolato negli ultimi 30 giorni identifica una situazione idrologica “nella norma” nelle sezioni di Piacenza, Boretto e Borgoforte, mentre per le sezioni di Cremona e Pontelagoscuro identifica una condizione idrologica di “siccità moderata”.

La disponibilità idrica a scala di Distretto è in costante diminuzione, seppur in linea con i valori del periodo; l’accumulo nivale complessivo presente sulle aree montane del Distretto del Fiume Po risulta essere caratterizzato da valori prossimi o inferiori alla media di riferimento, ma comunque superiore ai valori minimi corrispondenti. I volumi d’invaso dei principali Grandi Laghi regolati risultano essere in calo, ma con valori confrontabili o di poco inferiori ai valori medi del periodo, con una parziale ripresa seguita ai temporali registrati a metà della scorsa settimana. La riduzione dei volumi invasati è legata all’aumento delle portate erogate dai laghi per soddisfare il fabbisogno irriguo. I volumi di derivazione sono tutti prossimi ai valori tipici di metà luglio.

Fino all’inizio del prossimo weekend sono previste condizioni meteo stabili con temperature sensibilmente superiori ai valori di riferimento e prossime ai 40°C sulle aree di pianura. Condizioni meteorologiche più instabili e temperature in generale calo dal prossimo fine settimana.