Gli allievi del Surya ancora a medaglia ai Campionati di Rimini

Undici giorni di gare, cinque arene e migliaia di atleti iscritti: sono solo alcuni dei numeri dei Campionati nazionali di danza sportiva che si sono disputati da giovedì 6 a domenica 16 luglio a Rimini. Nel corso di questa dieci giorni si sono esibiti alcuni dei migliori atleti di questa disciplina, suddivisi nelle diverse specialità. Surya Dance porta a casa 13 medaglie, piazzandosi ben 28 volte fra i primi 6.

0
863
Giovani Modern

Undici giorni di gare, cinque arene e migliaia di atleti iscritti: sono solo alcuni dei numeri dei Campionati nazionali di danza sportiva che si sono disputati da giovedì 6 a domenica 16 luglio a Rimini. Nel corso di questa dieci giorni si sono esibiti alcuni dei migliori atleti di questa disciplina, suddivisi nelle diverse specialità. Surya Dance porta a casa 13 medaglie, piazzandosi ben 28 volte fra i primi 6.  Giovedì scorso è andato in scena il  modern-jazz dance dove gli Academy conquistano 1 bronzo con il duo formato da Arianna Ligabue ed Emma Soncini, e per tre volte  il 4° posto con i  gruppi modern junior e giovani. Sempre giovedì in un’altra arena si sono disputati i campionati Hip Hop: la crew Surya conquista una medaglia di bronzo, e il duo della crew Inside out raggiungono una meritata semifinale.

Nello stile modern contemporany in scena da venerdì a domenica: 5 medaglie, un bel risultato in una gara di livello altissimo con danzatori molto preparati, in cui gli Academy  sono emersi per qualità tecnica e talento. “Se consideriamo il risultato complessivo Surya conquista 5 ori, 4 argenti, 4 bronzi e 28 volte nelle prime 6 posizioni! Possiamo dire che si chiude l’anno bene  con un  campionato molto competitivo,  affrontato col piglio giusto da parte della squadra del Surya Academy. Un anno ricco di soddisfazioni – dice Davide Gallesi, direttore del Surya – premia il progetto Academy che individua i talenti e, successivamente, riesce a farli crescere.  L’impegno per sostenere questo progetto da parte della Società è importante sia in termini di risorse che di impegno progettuale, vediamo però che i risultati arrivano, se alla base c’è la voglia di far bene da parte di tutti:  dagli  insegnanti ai danzatori, alle loro famiglie”.