Caccia agli affitti in nero per gli universitari grazie al patto tra Università e Fisco

L'Agenzia delle Entrate dell'Emilia-Romagna e l'Università di Modena e Reggio Emilia dichiarano guerra al mercato degli affitti in nero per studenti.

0
656
Rossella Orlandi (Agenzia delle Entrate) e il rettore Carlo Adolfo Porro (Unimore)

L’Agenzia delle Entrate dell’Emilia-Romagna e l’Università di Modena e Reggio Emilia dichiarano guerra al mercato degli affitti in nero per studenti.

Lo fanno con uno “sportello online” per rendere più agevole la registrazione del contratto di locazione da parte degli studenti.
Secondo l’accordo triennale firmato ieri, in particolare, sarà possibile registrare il contratto direttamente in videochiamata con un funzionario dell’Agenzia delle Entrate, che offrirà inoltre consulenza e informazioni sui benefici fiscali previsti per chi vive in un appartamento con contratto di affitto, con particolare riferimento alle agevolazioni previste per i giovani fuori sede.

Inoltre un funzionario dell’Agenzia sarà a disposizione per assistere gli iscritti stranieri nelle pratiche di rilascio del codice fiscale. Per il rettore, Carlo Adolfo Porro, “questa iniziativa rappresenta un ulteriore passo avanti nella nostra missione di formare individui responsabili e pronti ad affrontare con competenza e integrità le sfide del mondo reale”