Sfondata la vetrata della Pizzeria Grano Antico: “si respira un clima di insicurezza e questo mi fa male”

Ha afferrato un attaccapanni esterno, con la base di marmo, e usandolo come ariete ha mandato in pezzi la vetrina anti sfondamento della Pizzeria Grano Antico, entrando dal lato che si affaccia sulla trafficata via Remesina. L’uomo, uno solo, stando alle immagini delle telecamere, è entrato nell’esercizio pubblico, alle sette del mattino di martedì 6 giugno, completamente indisturbato.

0
2988

Ha afferrato un attaccapanni esterno, con la base di marmo, e usandolo come ariete ha mandato in pezzi la vetrina anti sfondamento della Pizzeria Grano Antico, entrando dal lato che si affaccia sulla trafficata via Remesina. L’uomo, uno solo, stando alle immagini delle telecamere, è entrato nell’esercizio pubblico, alle sette del mattino di martedì 6 giugno, completamente indisturbato. “Dalle telecamere, che a quanto pare non hanno svolto alcuna azione di deterrenza – spiega il titolare della pizzeria, Ferdinando Napolitano – lo si vede camminare con la massima tranquillità e indifferenza prima di rompere la cassa per rubare il poco denaro presente, circa 300 euro e qualche bottiglia di vino”. E’ il secondo furto subito e Ferdinando è stanco: “si respira un clima di generalizzata insicurezza e questo mi fa male. I malviventi agiscono imperterriti perchè sanno che non gli accadrà nulla. Il problema non è tanto quello che rubano, che sono spiccioli, bensì i danni che arrecano, nel nostro caso di almeno 3mila euro”. 

Ferdinando Napolitano ha sporto denuncia ai Carabinieri a cui ha consegnato le riprese del furto.

J.B.