Ad Habitat il nuovo spettacolo dei Pensieri Acrobati

Oggi, venerdì 26 maggio, alle 21, un lavoro ispirato alle Baccanti di Euripide.

0
597

È liberamente ispirato alle Baccanti di Euripide il nuovo spettacolo della compagnia teatrale solierese Pensieri Acrobati, in scena venerdì 26 maggio, alle 21, presso la sala Arci di Habitat, in via Berlinguer 201. 

Balera Brilla – questo è il titolo – è un vaudeville sbilenco, uno spettacolo smusicato dalle tinte grottesche e pericolosamente surreali.

La regia è di Stefano Cenci che firma anche la drammaturgia (insieme a Chiara Davolio) e le musiche originali, mentre le maschere sono di Elena Fumagalli. Sul palco Caterina Bellucci, Pietro Boccongella, Paola Casarini, Andrea Cenci, Emanuela Croci, Gianni Di Milia, Marco Fiori, Elena Fumagalli, Agnese Galliani, Chiara Beatrice Ghini, Eleonora Grattini, Francesca Magnani, Yasmine Mjidila e Marco Piardi.

Il futuro del mondo è in pericolo. Il modo in cui l’uomo progetta la sua esistenza nel periodo di vita che gli è dato su questo pianeta, cosa desidera, a cosa ambisce, quello che fa, quello di cui si preoccupa, anticipa una traiettoria decadente, triste, autodistruttiva. La Natura per questo si ribella e chiama a sé la sua parte più affine, il femmineo, le donne della città, che come atto di rivolta, anzi, di rivoluzione, decidono di mollare tutti gli inutili affanni della vita sociale e fuggono a rifugiarsi nella balera, dove possono, in totale armonia coi loro sensi e istinti, lasciarsi andare selvagge all’orgia delle danze, dei canti e della poesia. Gli uomini, i mariti, i figli, i fratelli, cosa possono fare in città lasciati a loro stessi, senza l’altra faccia della loro medaglia, quella che spesso è più sensibile e sensuale, folle e sorprendente? Nulla. E quando scopriranno che le donne sono finalmente libere dalla gabbia delle convenzioni del quotidiano e che sono perfettamente a contatto con le forze della natura, cosa saranno disposti a fare per riportarle a sé e ritrovare l’unisono?