Soliera che cambia, progetti concreti che trasformano la città

Da oggi, giovedì 11 maggio, tre incontri ad Habitat per conoscere le opere e gli interventi in programma da vicino. Il primo appuntamento è interamente dedicato ai nuovi spazi e servizi per la cura e l’abitare: la Casa della Salute e il condominio solidale in via Grandi.

0
899
Salvatore Falbo e Roberto Solomita

Nei prossimi mesi a Soliera prenderanno il via lavori e interventi che andranno ad arricchire e migliorare l’ecosistema urbano della città. I progetti – tutti già finanziati ed esecutivi, le cui gare partiranno entro l’anno – intervengono ad ampio spettro sugli spazi e i servizi della comunità, mettendo a frutto investimenti per una cifra pari a circa 16 milioni di euro, di cui circa una decina da fonti esterne. Allo scopo di presentare alla città e raccontare le caratteristiche delle diverse opere in cantiere, oggi, 11 maggio, comincia un ciclo di assemblee pubbliche, dal titolo Soliera che cambia, che si terranno sempre alle 21 nella sala grande di Habitat, in via Berlinguer 201.

Il primo appuntamento di giovedì 11 maggio è interamente dedicato ai nuovi spazi e servizi per la cura e l’abitare: quindi la nuova Casa della Salute che sorgerà in via Roma 104, ospitando i servizi dell’Azienda Usl, attualmente collocati nell’edificio di via XXV Aprile, oltre a medici di medicina generale e ulteriori servizi specialistici, e il nuovo condominio solidale in via Grandi nel tratto compreso tra via Leopardi e via Palazzina, un complesso da destinare all’edilizia residenziale pubblica (E.R.P.), con spazi dedicati ai disabili e alle loro famiglie. Dopo l’intervento introduttivo dell’assessore ai Servizi Sociali Lucio Saltini, interverranno Stefania Ascari, direttrice del distretto sociosanitario di Carpi, Edoardo Colonna, progettista del condominio solidale e docente del Politecnico di Milano, e Gaetano Venturelli, presidente Acer Modena.

Giovedì 18 maggio alle 21 si parlerà della riqualificazione della scuola d’infanzia Muratori (via Muratori 160) e della rigenerazione urbana legata alla trasformazione delle strategiche via Roma e via Marconi, queste ultime interamente finanziate dai fondi del PNRR. A seguire l’introduzione dell’assessore al Bilancio Marco Baracchi, sarà il direttore generale dell’Unione Terre d’Argine Daniele Cristoforetti a prendere la parola  facendo il punto sull’impatto complessivo del PNRR sul territorio dell’Unione TdA. Dopodiché l’assessore ai Lavori Pubblici Maddalena Grazia e il progettista Giorgio Frassine entreranno nel merito degli interventi in via Roma e in via Marconi, mentre la vicesindaco con delega alle Politiche abitative Cristina Zambelli e il responsabile comunale settore e gestione del patrimonio Salvatore Falbo racconteranno la riqualificazione delle materne Muratori, anch’esse finanziate in larga parte dal PNRR.

Infine lunedì 12 giugno il focus sarà sui percorsi e gli interventi legati alla mobilità: il nuovo (e tanto atteso dai solieresi) Ponte dell’Uccellino e l’ampliamento delle reti ciclabili urbane ed extraurbane. A introdurre in questa occasione sarà il sindaco di Soliera Roberto Solomita, poi l’assessore alla Mobilità sostenibile Katia Mazzoni e il progettista Fausto Bisi approfondiranno il discorso sulle ciclabili, mentre il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna Davide Baruffi presenterà il progetto esecutivo del Ponte dell’Uccellino che verrà costruito a circa 90 metri a sud dell’attuale ponte Bailey, per un’operazione con un importo complessivo di 6.950.000 euro che coinvolgono anzitutto la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Modena, la Provincia di Modena e il Comune di Soliera.