Identità di genere e femminilità raccontati dal cinema di ricerca

Ribalta Experimental Film Festival fa tappa a Carpi venerdì 12 maggio, alle 20,30, con l’evento Identità, ritratti, visioni, grazie alla collaborazione con lo studio di videomaker di casa nostra, Progetto Bridge, in viale De Amicis, 65.

0
589

Ribalta Experimental Film Festival, giunto quest’anno alla terza edizione e organizzato dal Circolo Ribalta di Vignola, fa tappa a Carpi venerdì 12 maggio, alle 20,30, con l’evento Identità, ritratti, visioni, grazie alla collaborazione con lo studio di videomaker di casa nostra, Progetto Bridge. “Durante la serata, spiega il direttore artistico del festival, Giovanni Sabattini verranno proiettati i tre lavori dei vincitori del Festival di quest’anno: Skyscraper Film di Federica Foglia (Canada), There Where She Is Not (2022) di Sarah Ballard (USA) e L’incanto (2021) di Chiara Caterina (Italia). Spazio poi a un focus sull’opera dell’artista carpigiana Alberta Pellacani, attraverso la proiezione di tre video, Oltre il tempo, NEVI. METAmorfosi 46 e Reclusione Paradiso: tre ritratti che a distanza di quattro anni l’uno dall’altro riflettono sul contemporaneo, coniugando le storie con la storia, quella con la esse maiuscola. Saranno affrontati importanti temi d’attualità, dall’identità di genere ai ritratti femminili, attraverso un’esperienza cinematografica molto peculiare, come quella del cinema di ricerca”. La serata si terrà presso lo studio di Progetto Bridge in viale De Amicis, 65.