La stimolazione multisensoriale nei pazienti affetti da demenza

Realizzato un Angolo Multisensoriale per la gestione dei disturbi comportamentali della demenza presso il Centro Diurno De Amicis grazie alla generosità di Lions Club Carpi Alberto Pio e Rotary Club Carpi.

0
1107

La stimolazione multisensoriale oltre a favorire rilassamento e benessere, nelle persone affette da demenza pare agire positivamente su apatia, trascuratezza, aggressività e depressione. L’utilizzo corretto di una stanza multisensoriale però, richiede esperienza da parte degli operatori e un’attenta programmazione, per questo, lo scorso autunno il personale del Centro Diurno De Amicis, in forza ad ASP Terre d’Argine, è stato formato al fine di apprendere le tecniche di attuazione delle terapie multisensoriali, l’approccio e la relazione col paziente, l’uso degli stimoli sensoriali e l’implementazione di protocolli di intervento specifici per i disturbi comportamentali. Il progetto ha previsto la possibilità di rendere maggiormente fruibile un grande salone  per la creazione di un Angolo Multisensoriale, con pareti mobili, tende dotate di immagini rilassanti e arricchito di stimoli multisensoriali come una lampada a luci colorate, un diffusore di essenze, una poltrona elettrica comoda e accogliente, uno schermo per proiettare filmati e diffondere musica.

Uno spazio diventato realtà grazie alla sensibilità e alla generosità di Lions Club Carpi Alberto Pio e Rotary Club Carpi che hanno finanziato le strutture: “ringrazio i donatori e gli operatori – ha commentato l’assessore alle Politiche Sociali, Tamara Calzolari – che hanno creduto con noi a questo progetto per migliorare il benessere degli ospiti del centro diurno dedicato alle demenze, per tutti i cittadini dell’unione Terre d’Argine e le loro famiglie”.