Il Rugby Carpi vola in finale

I Falchi ribaltano la sconfitta dell’andata e battono con un perentorio 49 a 21 il Rugby Forlì e volano in finale regionale della Serie C. In finale incontreranno in un doppio scontro il Faenza Rugby, l’andata si svolgerà domenica 14 maggio, alle 15.30, sul campo Dorando Pietri e sette giorni dopo il ritorno in quel di Faenza. 

0
1352

I Falchi ribaltano la sconfitta dell’andata e battono con un perentorio 49 a 21 il Rugby Forlì e volano in finale regionale della Serie C. In finale incontreranno in un doppio scontro il Faenza Rugby, l’andata si svolgerà domenica 14 maggio alle 15.30 sul campo Dorando Pietri e sette giorni dopo il ritorno in quel di Faenza. Dopo l’inaspettata sconfitta i ragazzi di coach Ilie Ivanciuc partono fortissimo e in meno di 30 minuti capovolgono completamente il risultato merito di un gioco aggressivo e veloce che ha demolito ogni speranza degli ospiti di uscire non solo vincitori ma anche di proseguire il percorso verso il titolo. Il secondo tempo diventa di normale amministrazione anche se un calo di attenzione permette al Forlì di segnare alcune mete ma oramai i giochi erano chiusi. La giornata di rugby per la società del Carpi era iniziata alla mattina con un raggruppamento del settore mini Under 7, Under 9  e Under 11 che ha ospitato circa 150 bambini provenienti da Piacenza, Ferrara e Noceto. Bellissima giornata di sport dove i nostri atleti hanno ben figurato e un plauso va anche all’organizzazione dell’evento e ai volontari che ne hanno permesso la perfetta riuscita. Prossimo importantissimo avvenimento si terrà domenica 7 maggio quando sul campo dei Falchi andrà in scena il 4° Torneo Under 15 Città di Carpi, competizione di livello nazionale, in cui si sfideranno le migliori squadre dell’Emilia quali Bologna, Colorno, Ferrara, Modena e Piacenza e da fuori regione come Botticino (BS), Pesaro e Viadana. Questo torneo è uno dei momenti più importanti e attesi della società e vedrà confrontarsi al mattino le squadre in due gironi, uno al campo Pietri e l’altro al campo Sigonio riadattato per l’occasione a campo da rugby. Le finali, al pomeriggio si svolgeranno tutte sul campo del Rugby Carpi.

Questa soluzione aiuta a svolgere il torneo ma pone il problema che da tempo grava sulla crescita del movimento rugbistico in città, ovvero la mancanza di un altro campo e la sua gestione in autonomia sta impendendo al Rugby Carpi di continuare il suo percorso di crescita che perdura costantemente da un decennio e che ha portato il club ad essere una delle maggiori società socio sportive carpigiane all’aperto con 250 tesserati. Il Rugby Carpi con un progetto già pronto ha presentato manifestazione di interesse presso il comune per la riqualificazione dei due campi abbandonati situati davanti alla Piscina Comunale o storicamente conosciuti come campi della Kennedy. Luogo ideale, secondo la società, per vicinanza e centralità per fare di Carpi un centro rugbistico di prim’ordine come quelli di città più grandi come Parma o Modena. Il progetto è supportato anche dalla Federazione tramite il comitato Regionale che in Carpi ha trovato e riconosciuto l’ottimo lavoro svolto in questi anni per questo che non solo uno sport ma un sistema sociale inclusivo. Il progetto del Rugby Carpi prevede sia la possibilità di procedere a una assegnazione diretta sia di partecipare al bando quando il Comune intenderà presentarlo.