Carpi aderisce alla campagna per  donare  organi  e  tessuti

Basta dichiararlo quando si fa la carta d’identità.

0
527

Il Comune di Carpi aderisce alla campagna Un Sì in Comune!, promossa da Anci in occasione della Giornata nazionale per la donazione di organi e tessuti, proclamata dal Centro Nazionale Trapianti-Cnt e dal Ministero della Salute per sensibilizzare i cittadini al tema. La campagna, giunta alla 16esima edizione, si riferisce al consenso all’espianto di organi: un’autorizzazione che permette alle strutture ospedaliere di effettuare a trapianti, ridando speranza di vita ai tanti pazienti in lista d’attesa. In particolare, i promotori invitano ogni cittadino a esplicitare la propria scelta in occasione del rilascio o rinnovo della carta d’identità, che è la modalità principale con cui i maggiorenni possono esprimere il proprio volere riguardo la donazione: non è infatti obbligatorio comunicare la scelta fra “consenso” e “opposizione”, ma è molto utile alla collettività.

Da qui l’impegno di associazioni storiche come Aido – Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule Odv, che compie 50 anni, per diffondere la cultura della donazione, attiva da tempo anche a Carpi, spesso a fianco dell’Amministrazione comunale: come domani, quando i volontari – con il patrocinio del Comune – saranno presenti in Piazza dei Martiri per distribuire materiale informativo e rispondere a domande in materia.

“Il gruppo carpigiano di Aido – spiega Eugenio Davolio – con l’occasione ringrazia il Comune per l’impegno profuso e la fattiva e proficua collaborazione di questi anni, alla base dell’alta percentuale di consensi alla donazione espressa dai cittadini, e assicura la propria collaborazione in futuro per permettere a tutti di fare una scelta consapevole e informata”.

A Carpi infatti, fra chi espresso una volontà in merito alla donazione, il 72,3 per cento ha dato il consenso (16.840 alla data odierna), ma ovviamente è importante continuare a informare per favorire le “dichiarazioni di volontà”, come ricordano Tamara Calzolari e Mariella Lugli, assessore rispettivamente a Sanità e Demografici: “va sostenuta ogni occasione per aumentare il consenso alla donazione, che vuol dire salvare tante vite e sollevare i familiari dalla scelta nel momento del lutto. Per questo il Comune di Carpi è al fianco dei cittadini per esprimere in modo semplice l’opzione attraverso gli uffici demografici e la collaborazione con le associazioni locali di volontariato, promuovendo una decisione di civiltà e solidarietà”.