Un minuto di silenzio per le 2.485 vittime modenesi del Covid-19

Domani, sabato 18 marzo, sarà rispettato in tutte le sedi delle aziende sanitarie modenesi a suffragio di coloro che nel nostro territorio hanno perduto la vita a causa del Covid.

0
474
La sera del 17 marzo 2020 settanta veicoli militari dell’esercito trasferirono le bare dei cittadini di Bergamo morti per il Covid fuori dalla Regione, perché in Lombardia non c’era più posto nei crematori

Sabato 18 marzo le Aziende sanitarie modenesi – Azienda Usl, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e Ospedale di Sassuolo Spa – dedicheranno un minuto di silenzio in tutte le proprie sedi, alle 12, in suffragio dei 2.485 modenesi deceduti a causa dell’epidemia di Covid-19. Un gesto di vicinanza alle famiglie, per stringersi idealmente a tutti coloro che hanno perso una persona cara a causa della malattia da parte di chi, come medici e infermieri, hanno lavorato instancabilmente in prima linea durante l’emergenza sanitaria.

La Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus è stata istituita nel 2022 e si celebra il giorno in cui, nel 2020, i mezzi dell’Esercito contribuirono allo spostamento delle centinaia di bare depositate nel cimitero di Bergamo.