Budrio di Correggio, sequestrata la lottizzazione abusiva di via Imbreto

Da mesi in un terreno a destinazione agricola in Via Imbreto, erano in corso lavori per la realizzazione di una lottizzazione senza alcun titolo edilizio. Inizialmente erano stati notati cumuli di inerti che parevano rappresentare un abbandono di rifiuti. Di seguito i materiali sono invece stati stesi sull’intera area poi sono iniziate le opere di scavo per la posa di tubazioni e vasche per la raccolta fognaria nonché la realizzazione della recinzione.

0
1039

La Polizia locale dell’Unione dei Comuni Pianura Reggiana, unitamente ai Carabinieri di Correggio e del Nucleo Forestale di Reggio Emilia, ai funzionari dell’Ispettorato del lavoro e a quelli dell’Ufficio Tecnico comunale, mercoledì 15 marzo, hanno posto sotto sequestro preventivo la lottizzazione abusiva realizzata a Budrio di Correggio, su richiesta della Procura.

Da mesi, infatti, in un terreno a destinazione agricola in Via Imbreto, erano in corso lavori per la realizzazione di una lottizzazione senza alcun titolo edilizio. Inizialmente erano stati notati cumuli di inerti che parevano rappresentare un abbandono di rifiuti. Di seguito i materiali sono invece stati stesi sull’intera area poi sono iniziate le opere di scavo per la posa di tubazioni e vasche per la raccolta fognaria nonché la realizzazione della recinzione. La Polizia locale, dopo una lunga attività d’indagine svolta tramite l’effettuazione di numerosi sopralluoghi coordinati dall’Autorità giudiziaria, ha documentato le attività eseguite e tutte le opere realizzate. I lavori, tuttavia, sono sempre proseguiti nonostante le ordinanze di divieto emanate dal Commissario straordinario del Comune di Correggio anche a seguito delle verifiche di Arpae sugli inerti stessi e le diffide inviate ad Enel per la somministrazione dell’energia elettrica necessaria ad alimentare le attrezzature per i lavori.