Festa della donna al Centro di Recupero Fauna Selvatica Il Pettirosso di Modena

Mercoledì 8 marzo, alle 15.30, il Centro di Recupero Fauna Selvatica Il Pettirosso, dove vengono curati e accuditi animali in difficoltà, incidentati, esotici e rari sequestrati o recuperati da situazioni a rischio, sarà aperto alle visitatrici donne.

0
933

Mercoledì 8 marzo, alle 15.30, il Centro di Recupero Fauna Selvatica Il Pettirosso, dove vengono curati e accuditi animali in difficoltà, incidentati, esotici e rari sequestrati o recuperati da situazioni a rischio, sarà aperto alle visitatrici donne.

Cinghiali, caprioli, daini, cervi, volpi, rapaci, anatre, cigni, pappagalli, ma anche lupi, maestose linci e perfino procioni sono alcuni degli animali che si possono vedere in un centro che è eccellenza in ambito nazionale. Il responsabile, Piero Milani, ripete dunque l’iniziativa che era stata sospesa negli ultimi due anni a causa dell’emergenza sanitaria. Le donne interessate possono presentarsi al Pettirosso l’8 marzo alle 15.30 e riceveranno anche un piccolo omaggio.