Il Leonardo da Vinci in prima linea contro bullismo e cyberbullismo

L’Istituto Leonardo Da Vinci, per l’anno scolastico 2022/23, ha approvato il progetto Insieme contro il bullismo e cyberbullismo, un percorso di formazione e sensibilizzazione volto a prevenire comportamenti disfunzionali e promuovere il benessere dei ragazzi in un’ottica di prevenzione di questi fenomeni che purtroppo colpiscono un elevato numero di adolescenti.

0
538

L’Istituto Leonardo Da Vinci, per l’anno scolastico 2022/23, ha approvato il progetto Insieme contro il bullismo e cyberbullismo, un percorso di formazione e sensibilizzazione volto a prevenire comportamenti disfunzionali e promuovere il benessere dei ragazzi in un’ottica di prevenzione di questi fenomeni che purtroppo colpiscono un elevato numero di adolescenti. Il cyberbullismo, infatti, rappresenta a tutti gli effetti “un’emergenza sociale” e dati recenti confermano come la sua incidenza negli ultimi anni sia in aumento. Pertanto, come scuola, “crediamo fortemente che la prevenzione parta dalla sensibilizzazione e dall’informazione” dice la professoressa Laurito, referente Bullismo e Cyberbullismo dell’Iti Vinci. 

Il progetto ha previsto una serie di incontri con il dottor De Giorgis, giudice onorario minorile emerito del Tribunale dei Minori di Bologna, nonché la collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati. In particolare, sono intervenuti la dottoressa Carmela Sabatelli e il dottor Giuseppe Amara, entrambi sostituti procuratori del Tribunale di Modena. Gli incontri hanno visto la partecipazione di tutte le classi prime, in quanto “riteniamo che sia fondamentale educare gli studenti alla legalità e al rispetto delle regole verso il gruppo dei pari, in modo tale che questo possa favorire la pratica della solidarietà nel contesto educativo” sottolinea il Dirigente scolastico, professor Marcello Miselli. Gli esperti esterni, in circa dieci incontri, hanno dialogato con gli studenti su diverse tematiche, in particolare sull’uso consapevole delle nuove tecnologie e dei social network, sugli aspetti legati all’ambiente digitale e sulle leggi a propria tutela entro le quali agire legalmente.