Alla scoperta delle relazioni tra cervello, intestino e pelle

Quali sono le relazioni tra cervello, intestino e pelle, e che buone prassi adottare per prendersi cura al meglio del proprio benessere psicofisico? È a partire da questi interrogativi che si svilupperà il confronto che avrà luogo martedì 28 febbraio, alle 19,30, al Club Giardino. Una serata dedicata alla memoria di Sandro Santolin.

0
2162

Quali sono le relazioni tra cervello, intestino e pelle, e che buone prassi adottare per prendersi cura al meglio del proprio benessere psicofisico? È a partire da questi interrogativi che si svilupperà il confronto che avrà luogo martedì 28 febbraio, alle 19,30, al Club Giardino, nell’ambito di una serata a partecipazione gratuita e aperta a tutta la cittadinanza, con prenotazione obbligatoria scrivendo a info@centrodinutrizioneintegrata.it

Il nostro organismo lavora di concerto nel prendersi cura del nostro benessere psicofisico, e la relazione cervello-intestino-pelle è fondamentale per la salute; durante la serata, moderata dalla giornalista Maria Silvia Cabri, saranno illustrate le modalità attraverso le quali tale legame mantiene il sistema in equilibrio, e cosa invece accade quando tale comunicazione diventa fragile, generando stati di malessere e malattia.

Essendo diversi i nodi di questa relazione tra corpo e mente, naturalmente sarà multidisciplinare anche l’approccio dell’iniziativa, che coinvolgerà cinque professionisti differenti – gli psicoterapeuti Luca Masini e Sara Cavallini, la Biologa Nutrizionista Martina Toschi, il Dermatologo Marco Pignatti e la Dietista Nutrizionista Laura Lodi – i quali risponderanno alle domande inerenti il concetto di salute, benessere e malattia, descrivendo in che modo la salute sia connessa a questa relazione nella quale mente, intestino e pelle si parlano per fronteggiare le situazioni stressanti che coinvolgono la vita.

“La serata – commentano i promotori – non vuole rappresentare esclusivamente un momento per parlare di benessere, ma anche l’occasione di ricordare il nostro caro amico Sandro Santolin, recentemente scomparso, che ha sempre lavorato con noi per divulgare questi temi, essendo capace di creare prodotti d’eccellenza per la salute delle persone”.