I ballerini della Surya Academy conquistano la giuria internazionale

Surya vincente al Concorso Ferrara Danza con 7 piazzamenti di cui 4 primi posti, 1 secondo e 2 terzi.

0
873
Isabel Abati premiata davanti alla giuria

Si è svolta a Ferrara, il 29 gennaio, la IV edizione del Concorso Ferrara Danza nella prestigiosa cornice del Teatro Comunale, di fronte a una giuria importante composta fra gli altri da Mauro Astolfi, coreografo internazionale e direttore del Spellbound Contemporary Ballet, Simona Noja Nebyla, direttore della Wiener Staatsoper Ballet Academy e il coreografo Massimiliano Volpini che collabora, tra gli altri, col Teatro alla Scala e Roberto Bolle. Diversi ballerini della Surya Academy di Carpi si sono confrontati con gli allievi delle migliori scuole italiane, raccogliendo importanti risultati: primo posto per Isabel Abati nel Moderno Categoria Under, sulla coreografia Crescere; Premio come Miglior coreografia e un secondo posto col duo formato da Emma Marmiroli e Isabel Abati con la coreografia Io e te; Primo posto per Arianna Ligabue nel Moderno Junior sulla coreografia Goccia; Primo posto per Sofia Vezzani nel Contemporaneo Senior sulla coreografia Armi Fantasma; Primo posto per il duo formato da Eleonora Pallotti e Caterina Cigognini nel Contemporaneo Senior sulla coreografia Cura; Terzo posto per il duo formato da Emma Soncini e Arianna Ligabue nel Contemporaneo, sulla coreografia Guardare lontano; Terzo posto per il trio composto da Eleonora Pallotti, Caterina Cigognini e Sofia Vezzani nel Contemporaneo, sulla coreografia Parallel 3, le tre conquistano anche una borsa di studio. Tutte le coreografie sono a firma di Veronica Sassi.

“Siamo contenti – commenta Sassi, direttrice del progetto nonché docente di danza contemporanea –  per questi risultati, sapevamo di aver lavorato bene ed eravamo convinti di poter fare delle buone prestazioni. Il livello del concorso era alto con la partecipazione di scuole di importanti, quindi il risultato è veramente notevole! Siamo emozionate e contente per il risultato ottenuto davanti a maestri internazionali. Gli allievi del progetto professionale Academy studiano molte ore settimanali a lezione di classico, contemporaneo e moderno e come tutti i loro compagni si applicano con grande impegno e costanza. Bravi  tutti, perché questo risultato è frutto di un grande lavoro di equipe”.