Sono ancora in vendita i 63mila metri quadri dell’area di prefabbricazione della Cmb: cosa stiamo aspettando?

Poco lontano, dall’altra parte di via Mulini, sorge il Parco Santa Croce: pensate se a comprare l’intero lotto fosse il Comune di Carpi per desigillarlo. Quella sì che sarebbe un’operazione green: togliere cemento - e pure tanto - e creare un grande polmone verde capace di dialogare col suo dirimpettaio voluto dalla Fondazione Cr di Carpi (peraltro ancora chiuso al pubblico ma questa è un’altra storia), mettendoli così a sistema.

0
1954
Scatto aereo di Fabrizio Bizzarri

Nel 2021 Cmb ha messo in vendita l’area di prefabbricazione di via Svoto Cattania. Lo stabilimento di prefabbricazione è chiuso e inutilizzato da anni: figlia di un altro tempo, tale attività dismessa non verrà più riattivata e pertanto la cooperativa è pronta a vendere questa superficie di ben 63mila metri quadri. Al momento – spiegano dal colosso cooperativo carpigiano – sono al vaglio varie valutazioni ma, nonostante qualche manifestazione di interesse sia arrivata, ad oggi nulla si è concretizzato. Una partita che avrebbe potuto prendere tutta un’altra piega se ad acquistare l’area fosse stata, ad esempio, l’Ausl di Modena per realizzarvi (quando?) il nuovo ospedale. Un modo per sfruttare una porzione già edificata di suolo senza doverne consumarne altro vergine. 

Poco lontano poi, dall’altra parte di via Mulini, sorge il Parco Santa Croce: pensate se a comprare l’intero lotto fosse il Comune di Carpi per desigillarlo. Quella sì che sarebbe un’operazione green: togliere cemento – e pure tanto – e creare un grande polmone verde capace di dialogare col suo dirimpettaio voluto dalla Fondazione Cr di Carpi (peraltro ancora chiuso al pubblico). Di metterli a sistema insomma. Cosa stiamo aspettando? Non si parla tanto di una città del futuro più verde e solidale? Non è mettendo l’etichetta di parco a zone già agricole o verdi (vedi alla voce Cappuccina e Oltreferrovia) che si raggiungerà l’obiettivo… 

Jessica Bianchi