Il mercato di Carpi torna al suo assetto originale dopo il sisma del 2012

Il mercato di Carpi è tornato al suo assetto originale dopo la ricollocazione di alcuni banchi avvenuta nel 2012, a causa del terremoto che colpì la bassa modenese rendendo inagibili alcune zone di Piazza Martiri, “casa” del mercato cittadino. Nei giorni scorsi, gli ambulanti che erano stati spostati sono tornati nella loro collocazione originale.

0
297
Scatto di Fabrizio Bizzarri

Il mercato di Carpi è tornato al suo assetto originale dopo la ricollocazione di   alcuni banchi avvenuta nel 2012, a causa del terremoto che colpì la bassa modenese rendendo inagibili alcune zone di Piazza Martiri, “casa” del mercato cittadino. Nei giorni scorsi, gli ambulanti che erano stati spostati sono tornati nella loro collocazione originale Anva Confesercenti Modena si dice soddisfatta del ritorno dell’assetto originale del mercato.
“E’ una notizia positiva per gli operatori del settore, sollecitata ripetutamente dalla categoria – spiega Alberto Guaitoli, presidente Anva Confesercenti Modena – e finalmente, dopo oltre un decennio, gli ambulanti possono tornare ad occupare il loro posto originale in una zona centrala della piazza. Lo spostamento temporaneo, allora necessario per fare posto al cantiere del Torrione degli Spagnoli, non ha più ragione di essere. Il ripristino, inoltre, consente una migliore fruibilità del mercato da parte dei clienti ma anche di salvaguardare i diritti degli operatori direttamente o indirettamente coinvolti dagli spostamenti”. 

“Insieme a Confesercenti Terre D’argine avevamo espresso all’amministrazione la richiesta di poter informare i clienti dei banchi che si sarebbero spostati dal 5 gennaio 2023 e così è stato. Quindi, gli avventori hanno saputo con un mese d’anticipo che i banchi sarebbero tornati nella loro posizione originale. Ringraziamo pertanto l’amministrazione comunale di Carpi per questa disponibilità e auspichiamo in futuro di poter continuare a collaborare nell’interesse della categoria” conclude Guaitoli.