Cosa resta di Moda Makers?

La 15^ edizione si apre ad accessori, abbigliamento sportivo e calzature. La kermesse è confermata a ModenaFiere ma anziché tre, durerà solo due giorni.

0
291
PH Giulia Mantovani

Arriva da ModenaFiere la conferma che la prossima edizione di  Moda Makers, la fiera internazionale delle piccole e medie imprese del fashio, si terrà, come previsto, a maggio 2023, con le Collezioni per la Primavera/Estate 2024.

La prima delle novità è che la durata della manifestazione sarà di due giorni (rispetto ai tre precedenti), dunque dalla mattina di martedì 9 alla sera di mercoledì 10 maggio. Questa decisione è stata presa tenendo conto dei flussi dei visitatori nelle scorse edizioni, flussi che si concentrano soprattutto nella giornata inaugurale e in quella successiva, consentendo dunque di concentrare i momenti di business in due giornate.

Altro aspetto importante, sebbene Moda Makers resti focalizzata sulla moda donna, tuttavia amplia le categorie merceologiche che sarà possibile trovare in fiera, aprendo dunque agli accessori, allo sportswear e alle calzature. 

Non ultimo, la fiera premia chi si iscriverà tempestivamente: per tutte le aziende che confermeranno la propria partecipazione entro il 28 febbraio, infatti, i costi resteranno invariati rispetto all’ultima edizione del 2022, mentre per coloro che arriveranno dopo tale data, il costo sarà diverso, e terrà conto dell’aumento generale dovuto a maggiori costi di gestione.

“Salvo condizioni internazionali imprevedibili e al di fuori del nostro controllo – commenta il Consigliere Delegato di ModenaFiere, Marco Momoli – crediamo che ci siano le premesse perché Moda Makers possa tornare a crescere, sia nel numero degli espositori che dei visitatori. Sono segnali di ottimismo che non arrivano dal nulla, ma ci sono stati forniti, dopo l’edizione di novembre, dalle stesse aziende che vi hanno partecipato, che hanno tornato a vedere tra i corridoi della fiera buyer che non si vedevano da tempo, e hanno addirittura registrato risultati migliori di quelli che si aspettavano. Le varie novità che abbiamo presentato sono state ovviamente condivise con tutto il tavolo operativo, dagli attori istituzionali alle aziende, e vanno nella direzione di rendere la manifestazione sempre più efficace e partecipata. Crediamo che Moda Makers abbia ancora tanto da dare alle imprese italiane, e sia strategica per il territorio modenese”.