Aggiudicati i lavori di ampliamento del polo scolastico Fanti – Da Vinci

I lavori prevedono la realizzazione di un nuovo edificio scolastico, costruito in adiacenza al liceo Fanti, a due piani con nove aule destinate all’attività didattica di circa 55 metri quadrati ciascuna e con i relativi servizi igienici. L’edificio sarà indipendente e potrà ospitare sia studenti del liceo Fanti che dell’istituto Da Vinci. L’avvio del cantiere è previsto nella primavera 2023 e non sono previste interruzioni delle lezioni per gli studenti.

0
457
Carpi (Mo). Liceo Fanti

Nel distretto scolastico di Carpi sono stati aggiudicati i lavori di ampliamento del polo scolastico superiore Liceo Fanti che potrà ospitare anche classi dell’istituto tecnico Da Vinci, un intervento del costo complessivo di tre milioni e 125mila euro, finanziati in gran parte da fondi statali e dalla Provincia, che sono stati assegnati al Consorzio Integra e che saranno eseguiti dalla Cooperativa Batea di Concordia sulla Secchia. I lavori prevedono la realizzazione di un nuovo edificio scolastico, costruito in adiacenza al liceo Fanti, a due piani con nove aule destinate all’attività didattica di circa 55 metri quadrati ciascuna e con i relativi servizi igienici. L’edificio sarà indipendente e potrà ospitare sia studenti del liceo Fanti che dell’istituto Da Vinci e inizialmente aveva un costo previsto di due milioni e 300 mila euro, ricalcolati a seguito della revisione dell’elenco prezzi regionale dovuta all’aumento delle materie prime. Ora è prevista la fase di controllo amministrativo da parte degli uffici della Provincia e successivamente i lavori potranno essere consegnati per l’avvio del cantiere, previsto nella primavera 2023, che durerà fino alla fine del 2024.

“Si tratta di un grande risultato – ha commentato il presidente della Provincia, Gian Domenico Tomei – che conferma l’impegno della Provincia nel dare risposte rapide e concrete al crescente fabbisogno di spazi scolastici. Ora si avvierà la fase di cantiere, sulla quale non mancherà il nostro controllo e la nostra attenzione, affinché si possa concludere l’intervento velocemente. Gli oltre 35mila studenti delle scuole superiori modenesi meritano scuole efficienti e di qualità e la Provincia è fortemente impegnata in questo”. 

L’intervento è necessario per far fronte all’aumento della popolazione scolastica e durante le operazioni di cantiere non sono previste interruzioni delle lezioni per gli studenti, perché le fasi di costruzione dell’edificio non interferiranno con il regolare svolgimento delle attività didattiche.